Energia del cambiamento











testi di MICHELE GOVERNATORI / disegni di PAOLO GHELFI
Torna al sommario


Dimenticatevi le scelte energetiche della vecchia politica. Ora arrivano quelle del cambiamento, e saranno a vantaggio dei clienti finali.



Si partirà con tutele per i clienti che non vogliono scegliere il fornitore e per tutti coloro che non sono in grado di pagare per condizioni di necessità (un decreto ministeriale spiegherà come riconoscere queste condizioni con tecniche di programmazione neurolinguistica d’osservazione applicate al cliente che reclama la morosità di necessità).

Ma in nessun caso la morosità di necessità andrà a pesare sulle tariffe finali: le bollette non pagate dai morosi di necessità verranno infatti coperte da un fondo alimentato dal recupero degli extraprofitti da speculazione degli operatori energetici.
Su cosa sia la speculazione, un documento del ministero dell’Interno invita a non fare i finti tonti-professorini: è “speculazione” ogni “guadagno conseguito in logica speculativa anziché come equa remunerazione di un approccio di orientamento al cliente”.
[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE