Nella selva delle bollette è spuntata una nuova tariffa










di FRANCESCO ZIPPO
Torna al sommario

Le persone non direttamente interessate ai temi energetici sono difficilmente appassionabili alle complesse questioni della materia. Sempre più spesso l’energia elettrica è associata solo al concetto di spesa. Potrebbe essere questo uno dei motivi dello scarso interesse riscosso?



Forse! Come descritto qualche rubrica fa, il mercato elettrico italiano - e più in generale quello energetico - ha avuto una storia molto articolata e combattuta, quasi appassionante per gli aficionados: dagli albori dell’ormai famoso Decreto Bersani alla più recente struttura burocratica e funzionale.
Ultimamente, la composizione della bolletta elettrica è ulteriormente cambiata (per chi non l’avesse ancora capito...), o meglio, sta cambiando. La cosiddetta tariffa progressiva sta lasciando spazio alla nuova tariffa non progressiva. [...]

[...] I mercati italiani (energia elettrica e gas naturale) sono in continua evoluzione. Con la fine del regime tutelato (fine che sembra non arrivare mai, essendo distante ancora più di un anno) ci sono alcune soluzioni alternative, più o meno valide, per poter scegliere in libertà il proprio fornitore e risparmiare sulle bollette dell’energia.
È tutto bello a parole, è tutto trasparente per gli operatori in gioco, ma ci sarà veramente questa tanto agognata possibilità di scelta? È realmente tutto nelle mani del consumatore? [...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE