NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Il chiaroscuro dei biocarburanri Stampa E-mail

a cura di Alessandro Pedrini

Quando si parla di fonti di energia alternativa, il pensiero va subito all’energia fotovoltaica, all’eolico o all’idroelettrico. In realtà, un settore in forte espansione e di cui si parla meno è quello dei biocarburanti.
Nel 2007 la coltivazione di campi destinati a scopi energetici ha coperto nel mondo 2,84 milioni di ettari
. . Un settore che registra ormai l’interesse di molti big: non è un caso se il magnate dell’informatica Bill Gates ha scelto di investire nel comparto 84 milioni di dollari!
Anche i colossi petroliferi BP e Shell puntano decisamente sui combustibili alternativi al petrolio: in particolare, la società inglese sta sviluppando – insieme al colosso chimico statunitense DuPont – la benzina al biobutanolo, un derivato dalla sintesi di prodotti di origine naturale, che consente di dotare il carburante di un numero di ottani più alto e di aumentare la quantità di biocarburanti nelle miscele di benzina. In Europa [...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com