NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
EFFICIENZA

 
CODICI E SENTENZE

Impianti idroelettrici, dal Veneto nuove restrizioni _FEBBRAIO 2016
La Regione Veneto ha emanato una nuova delibera per regolare la concessione di acque a scopo idroelettrico (DGR 1988/2015 pubblicata sul BUR del 15 gennaio 2016) la quale, oltre a balzare all’occhio perché chiaramente diretta a restringere la possibilità di ottenimento di un tale tipo di concessione, appare a prima vista anche foriera di plausibili vizi di legittimità delle limitazioni introdotte.

Sulle rinnovabili, ancora molte domande in attesa di risposte_APRILE 2016
Egregio presidente Sperandini, ho notato con piacere la presenza di un suo riscontro ai miei articoli (Nuova Energia | numero 1|2016). Innanzitutto quindi, ringrazio per l’attenzione che gli ha dedicato. A prescindere dal contenuto della nota, che contiene critiche anche pungenti, la cosa che mi ha colpito è che sono ormai tredici anni che dalle pagine di questa rivista porto all’attenzione dei lettori fatti e misfatti delle Amministrazioni ...

Sopravvenienza normativa: e se l’amministrazione è in ritardo? _GIUGNO 2016
Capita spesso che i progetti di impianti restino molto a lungo in istruttoria presso le amministrazioni pubbliche che devono autorizzarli. Purtroppo addirittura diversi anni. Cosa succede se il provvedimento che li definisce viene poi annullato? In un caso interessante, una Regione aveva analizzato un progetto...

Canoni idroelettrici: la competenza regionale e i poteri dello Stato _AGOSTO 2016
Con la sentenza 7 luglio 2016 n. 158, la Corte costituzionale decide il ricorso proposto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri avverso la legge 24 dicembre 2014, n. 22 della Regione Piemonte che aveva rideterminato i canoni idroelettrici sul territorio regionale. La Corte ricostruisce brevemente la legislazione in materia, ricordando che inizialmente la legge 5 gennaio 1994, n. 36 ha stabilito che i canoni...

Nuovo decreto incentivi: luci ed ombre (soprattutto sull’idro) _OTTOBRE 2016
Il tanto atteso decreto incentivi è dunque arrivato. Finalmente, il governo ha dato una boccata d’aria al settore, anche se manca ancora una visione prospettica che possa far elaborare strategie di investimento agli operatori. Ma anche nell’immediato, alcune delle novità introdotte non sembrano volte allo sviluppo del settore ma a favorire determinati soggetti e a garantire rendite di posizione.

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com