COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
CO2 da fonti fossili, un impegno per ridurre le emissioni Stampa E-mail

di Salvatore Meli, responsabile Tecnologie, Direzione Strategie e Sviluppo di Eni

I combustibili fossili rimangono oggi gli indubbi protagonisti del panorama energetico, coprendo più dell’80 per cento dei consumi energetici mondiali. L’energia derivata dal loro utilizzo ha permesso ai Paesi sviluppati di raggiungere elevati standard di vita, ed è ovvio che i Paesi in via di sviluppo vogliano seguire la stessa strada.
Purtroppo, all‘impiego dei combustibili fossili è associata la produzione di anidride carbonica, la cui crescente concentrazione nell’atmosfera è considerata la principale causa dei cambiamenti climatici. In prospettiva è quindi necessario riuscire a soddisfare la crescente domanda di energia che viene dai Paesi emergenti facendo fronte, nel contempo, ai rischi di impatto sul clima. Senza dubbio una prima risposta, economicamente praticabile nel breve termine, risiede nel risparmio energetico. [...]

L’altra “grande promessa” ha a che fare con l’impiego delle energie alternative[...] Anche un impiego più spinto dell’energia nucleare, che oggi rappresenta insieme con l’idroelettrico l’8 per cento del totale, fornirà il suo contributo; [...] Le energie rinnovabili quali l’eolico, il solare e i biocarburanti, sono in forte crescita, ma partono da una base oggi assai modesta, dell’ordine dell’1 per cento. [...] Per ottenere una significativa riduzione delle emissioni di CO2 appare quindi inevitabile agire direttamente sulle fonti fossili, che rimarranno verosimilmente protagoniste dello scenario energetico mondiale ancora per decadi. [...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02.3659.7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com