COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Un Festival per comunicare l'energia Stampa E-mail
di Enzo Gatta - Presidente Assoelettrica

Per descrivere in modo sintetico, ma allo stesso tempo efficace e accurato, ciò che è accaduto negli ultimi dieci anni in Italia nel settore dell’energia, occorre incrociare due ordini di valutazioni: quelle su quel che si è fatto e quelle su ciò che non si è riusciti a fare. Al primo ordine appartengono i 24 miliardi di euro di investimenti nel settore della generazione elettrica. Nell’ambito della seconda serie sono da annoverare le decine di progetti di nuove infrastrutture energetiche arenatisi nelle secche della burocrazia e delle contrapposizioni tra amministrazioni regionali e centrali o a causa della mancanza di indirizzi chiari e univoci da parte della politica.
Vale la pena ancora una volta sottolineare che probabilmente occorre ricercare nuovi percorsi e nuovi modelli di informazione e comunicazione, capaci di superare la tradizionale logica monodirezionale, ma anche quella più evoluta, e non semplice da gestire, del modello partecipato. Ed è anche in questa prospettiva che, alla luce dell’esperienza di tanti defatiganti percorsi di comunicazione, è nata l’idea di lanciare il Festival dell’Energia. Un evento focale, un grande palcoscenico che ogni anno riunisca i protagonisti dell’energia e del settore elettrico in particolare, il mondo accademico e della ricerca scientifica, quello dei media e dei portatori di interesse, le associazioni ambientaliste, i rappresentanti della politica e delle organizzazioni dei lavoratori. [...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

Altre notizie sullo stesso argomento nella sezione news

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com