COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
I costi esterni della mobilità in Italia a "bilancio" Stampa E-mail

di Andrea Molocchi, responsabile trasporti Amici della Terra

Mentre si sono registrati alcuni miglioramenti rispetto al passato nelle emissioni degli inquinanti "normati" del parco circolante stradale, le emissioni di CO2 sono aumentate del 12 per cento fra il 1995 e il 2003, raggiungendo il livello di 116 milioni di tonnellate, e questo nonostante la lieve riduzione dell'indice di CO2/km delle auto nuove immesse in circolazione. Il continuo incremento della domanda di mobilità di passeggeri e merci, soddisfatto soprattutto dalla crescita della mobilità privata su strada e non accompagnato da corrispondenti aumenti del trasporto pubblico locale e di quello ferroviario, ha intensificato i già elevati livelli di congestione della rete viaria del nostro Paese, determinando, nel complesso, costi esterni pari al 3,1 per cento del Pil. Sono questi i principali risultati del Quinto rapporto sui costi esterni della mobilità in Italia, realizzato dall'associazione Amici della Terra con la collaborazione delle Ferrovie dello Stato. [...].

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02.3659.7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com