NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Franci: "I poteri locali vogliono collaborare ma il Governo non risponde" Stampa E-mail

di Davide Canevari

Il futuro dell'energia italiana è ormai nelle mani delle Regioni? E queste mani sono serrate come un pugno e dunque chiuse alla realizzazione di nuovi impianti e allo sviluppo di una qualsiasi strategia che possa andare oltre il semplice "no" per partito preso, oppure sono aperte, e tese a una politica costruttiva e di collaborazione? Le domande sono certamente provocatorie. A maggior ragione nel momento in cui vengono poste a Tommaso Franci, assessore all'Ambiente e tuteta del territorio, alla protezione civile, al coordinamento delle politiche per la montagna nella Giunta regionale toscana e, soprattutto, coordinatore della Conferenza dei presidenti delle Regioni e delle Province autonome per il settore energia. [...].


Energia, ambiente, sviluppo sostenibile sono tematiche da Conferenze e Summit di portata planetaria. Quale ruolo rivestono (e rivendicano) gli enti locali al riguardo? Non si tratta di realtà un po' troppo piccole per problemi così grandi?
Il ruolo delle Regioni è di primaria importanza proprio perchè sono gli attori dell'intervento pubblico sul territorio. [...]


L'articolo completo non è disponibile on-line.
Potete ricevere una copia della rivista contattando l'ufficio abbonamenti:
telefono: 02 3659 7125 e-mail: Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo
 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com