NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Verso nuovi e più efficienti fornitori (finalmente?) Stampa E-mail

di Edgardo Curcio

La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano in campo misure adeguate per rendere, a partire dal 1° luglio 2007, i clienti domestici del mercato elettrico liberi di scegliere il proprio fornitore. Allo stato italiano, che ha introdotto per legge tale scadenza, spetta quindi il compito di definire regole e regimi di tutela per i clienti finali e, considerato che l'iter del disegno di legge governativo (approvato dall'esecutivo il 9 giugno 2006 ed ora all'esame del Senato - AS 691) finalizzato anche a disciplinare il nuovo regime, non consente di adottare in tempo utile il decreto delegaro, il Governo ha ritenuto necessario adottare misure urgenti per tutelare l'utenza nella fase di passaggio e per evitare sanzioni da parte della Commissione europea. Il decreto legge varato il 15 giugno 2007 dal Consiglio dei Ministri adotta, quindi, prime misure in vista del completo recepimento della direttiva 2003/54/CE ma lascia la definizione dell'impianto riformatore al disegno di legge attualmente all'esame del Senato.
Il decreto legge interviene con misure di tutela per fare in modo che...



L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02.3659.7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com