COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Tecnologie innovative a servizio del sistema energetico Stampa E-mail

Tecnologie innovative
a servizio del settore energetico

di Matteo Codazzi / CEO di CESI


PER ACCELERARE VERSO IL TRAGUARDO DELLA TRANSIZIONE ENERGETICA SONO MOLTE LE APPLICAZIONI ABILITANTI. DALL’ IOT AI BIG DATA, DALLO STORAGE ALLE WIRELESS GRID FINO AD ARRIVARE AL 5G

Nell’ultimo anno, la tecnologia ha contribuito a farci superare gli ostacoli e i rallentamenti creati dalla pandemia, accelerando la spinta verso il cambiamento: dalla gestione della salute pubblica all’e-commerce, dalla didattica a distanza allo smart working.
In questo senso, anche il settore energetico ha dato prova di grande resilienza accelerando, nel contempo, verso il traguardo della transizione energetica. Non sono poche le nuove tecnologie che stanno caratterizzando il suo sviluppo nell’ultimo periodo: IoT, intelligenza artificiale, big data, storage, wireless grid, passando per le tecnologie legate alla trasformazione dell’idrogeno fino ad arrivare al 5G. Partiamo proprio dal 5G per cogliere gli elementi principali di questa rivoluzione tecnologica in atto nel settore.

Sono tre le principali applicazioni del 5G nel settore energetico.
Il primo è quello della sensoristica, parte della cosiddetta Grid of Things, che grazie alla banda 5G a basse frequenze potrà garantire una copertura enormemente estesa e un minore consumo energetico dei sensori,con conseguente riduzione dei costi. Un secondo ambito di applicazione è quello dell’operatività in tempo reale del sistema elettrico e delle azioni di controllo messe in atto dalle utility per garantirne il funzionamento. Il 5G assicura un’elevata affidabilità e tempi di risposta molto rapidi, 30-50 volte più veloci della moderna tecnologia LTE. L’alta capacità di trasmissione dei dati in 5G, infine, fino a 100 volte maggiore del LTE, permetterà di sfruttare appieno la realtà aumentata e quella virtuale così come i droni, elementi essenziali nel potenziamento delle operazioni sul campo per la manutenzione e il monitoraggio degli asset.

CESI, insieme alla propria consociata americana EnerNex, sta già supportando le utility statunitensi nello studio e nell’applicazione del 5G alle reti elettriche. Esempio ne è l’istallazione di 800.000 ripetitori di segnale 5G sui lampioni stradali negli Stati Uniti. Grazie a questa strategia di installazione diffusa, si permette alle utility elettriche di offrire una serie di servizi innovativi: dall’efficienza energetica dell’illuminazione pubblica alla videosorveglianza pubblica, dal monitoraggio da remoto dell’infrastruttura elettrica alla raccolta dei dati dei contatori elettrici/gas/acqua, fino alla gestione delle batterie installate nei veicoli elettrici. [...]


PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO ABBONATI ALLA RIVISTA

© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com