COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
L'anno che avverrà Stampa E-mail

L'anno che avverrà

di Francesco Andreotti e Francesca Floccia


DALL’ISTITUZIONE DEL PRIMO MINISTERO DELL’AMBIENTE (CORREVA L’ANNO 1986) FINO ALLA RIVOLUZIONE 2021 E LA NASCITA DEL DICASTERO DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA. CHE AVRÀ IL DIFFICILE COMPITO DI CONCILIARE LE ESIGENZE DEL SETTORE DELL’ENERGIA CON QUELLE DELLA TUTELA AMBIENTALE

La trasformazione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (MATTM) in Ministero della transizione ecologica (MiTE), nato il 12 febbraio 2021 con la nomina dell’attuale ministro, è stata disciplinata dalla legge n. 55 del 22 aprile 2021, di conversione con modifiche del decreto-legge n. 22 del 1° marzo 2021, recante disposizioni urgenti in materia di riordino delle attribuzioni dei Ministeri. L’istituzione del primo Ministero dell’ambiente era avvenuta con la legge 349 del 1986, con la quale al dicastero furono attribuite alcune funzioni già espletate dal Ministero dei lavori pubblici e dal Ministero per i beni culturali e ambientali.

Successivamente, con il DLgs 300 del 1999, assunse la denominazione di Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio, accorpando alcune funzioni del Ministero dei lavori pubblici. Infine, nel 2006, il dicastero assunse alcune competenze in materia di tutela del mare e divenne Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Oggi, al neonato MiTE spettano nuove e importanti funzioni, oltre a quelle già attribuite al precedente MATTM: la legge 55/2021, con una serie di emendamenti al DLgs 300 del 1999 di riforma dell’organizzazione del governo, ha infatti messo in atto un importante trasferimento di competenze dal Ministero dello sviluppo economico (MiSE) al nuovo dicastero in materia di politica energetica.

Questo passaggio di competenze – che ha comportato l’attribuzione al MiTE di alcune funzioni chiave per la transizione ecologica, principalmente nel settore dell’energia – ha come obiettivo principale quello di affidare a questo ministero la responsabilità della realizzazione della cosiddetta transizione ecologica. Transizione che, per quanto riguarda il settore energetico, ha come obiettivo
[...]

PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO ABBONATI ALLA RIVISTA

© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com