NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Alle prese con un risiko dalle prospettive assai incerte Stampa E-mail
di Giuseppe Gatti

Gas Natural ed E.ON in gara per scalare Endesa, Enel che annuncia (ma non lancia) un’Opa ostile su Suez, per catturare Electrabel, e Gaz de France che sempre su Suez lancia in contromossa un’Opa amichevole. Ancora Enel che si offre come “cavaliere bianco” per salvare Endesa dalla presa di Gas Natural, vedendo però rifiutare il suo intervento. Gazprom che avvia la costituzione di un’OPEC del gas cercando un accordo con Sonatrach per una comune politica dei prezzi, chiudendo il mercato europeo in una pericolosa tenaglia; ed entrambi i colossi del gas che cercano di entrare sul mercato finale. Il Governo italiano che blinda Snam Rete Gas contro possibili scalate e qualche ministro del passato Governo che straparla di possibile fusione tra Enel ed Eni (riuscendo anche a farsi prendere sul serio per alcuni giorni).
Il Governo spagnolo che appoggiando apertamente Gas Natural cerca di bloccare le iniziative di E.ON e quello francese che frappone ostacoli agli investimenti esteri in ben 10 settori, prontamente definiti strategici. La Commissione europea bacchetta entrambi. [...]


L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com