NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Rivoluzione industriale verde, ecco il decalogo UK Stampa E-mail

Rivoluzione industriale verde,
ecco il
decalogo UK

di FABIO TERNI


Il primo ministro britannico Boris Johnson ha svelato il suo Ten Point Plan for a Green Industrial Revolution.


Un ambizioso decalogo che tocca energie pulite, trasporti, ambiente e teconologie innovative puntando inoltre a creare (e mantenere) 250.000 posti
di lavoro. Il progetto consentirà alla UK di tagliare le proprie emissioni climalteranti al 2050; dettaglio cruciale e non secondario, anche in vista della COP26 di Glasgow del prossimo anno. 12 miliardi di sterline (circa 13 miliardi di euro) di investimenti governativi - per 250.000 posti di lavoro verdi altamente qualificati solo nel Regno Unito entro il 2030 - e la previsione di stimolarne tre volte tanto nel settore privato.

Al centro del Ten Point Plan, costruito intorno ai punti di forza del Paese,
c’è il cuore industriale del Regno Unito. Ed eccoli, i dieci punti.

1. Eolico offshore. Entro il 2030 ogni abitazione del Paese riceverà energia prodotta da fonte eolica...
2. Idrogeno. Lavorando fianco a fianco con il settore industriale, entro il 2030 si punta alla generazione di 5 GW di capacità di idrogeno...
3. Nucleare. La promozione del nucleare come fonte di energia pulita e lo sviluppo della prossima generazione di piccoli reattori avanzati...
4. Veicoli elettrici. Accelerare la transizione all’elettrico continuando a sostenere l’industria automobilistica britannica...
5. Trasporto pubblico e mobilità dolce. Rendere più allettante lo spostarsi
in bici o a piedi...
6. Jet Zero e trasporto marittimo più pulito. Sostenere i settori industriali difficili da decarbonizzare...
7. Edifici pubblici e abitazioni. 600.000 pompe di calore installate ogni anno da qui al 2028...
8. Carbon capture. Diventare un leader mondiale nella tecnologia di cattura
e stoccaggio...
9. Ambiente. Proteggere e ripristinare gli habitat naturali...
10. Finanza innovativa. Fare della City di Londra il centro globale della finanza verde...

“La nostra rivoluzione industriale verde - ha dichiarato il primo ministro - sarà alimentata dalle turbine eoliche della Scozia e del Nordest, spinta dai veicoli elettrici realizzati nelle Midlands e portata avanti dalle tecnologie innovative sviluppate in Galles: potremo così guardare avanti, verso un futuro realmente più prospero e più verde”. [...]

© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA _._._._._._._._. TORNA AL SOMMARIO

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com