NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Digitalizzazione e innovazione, ingredienti fondamentali per la ripartenza Stampa E-mail

Digitalizzazione e innovazione,
ingredienti fondamentali per la ripartenza

di MATTEO CODAZZI / amministratore delegato CESI Visita il profilo LinkedIn


The new normal è un’espressione utilizzata di frequente in questo periodo. Un invito a un adattamento resiliente a nuovi modelli e abitudini, nella vita ma anche nelle attività economiche.

Adattarsi per convivere con un fenomeno straordinario come la pandemia, cercando ove possibile di cogliere eventuali opportunità insite in ogni cambiamento. Anche nel settore elettrico la crisi pandemica potrebbe trasformarsi in un’opportunità di adattamento resiliente.
Il
lockdown ha evidenziato, infatti, la necessità per le reti elettriche di essere sempre più in grado di assorbire le perturbazioni esterne di scenario, reagendo prontamente con modifiche di assetto del sistema elettrico che assicurino la continuità del servizio e l’economicità dei costi.

Negli ultimi anni, il concetto di
resilienza è stato accostato quasi esclusivamente ai cambiamenti climatici e ai relativi eventi atmosferici estremi. Negli ultimi mesi, invece, la pandemia e il conseguente lockdown hanno evidenziato come la resilienza vada ben al di là di tali eventi: infatti, a causa dei cambiamenti inediti nella domanda di energia elettrica e nel mix di generazione durante il lockdown, i sistemi elettrici di tutti i Paesi hanno dovuto fare fronte repentinamente a condizioni di funzionamento estreme, dovendo comunque assicurare la stabilità delle reti e la continuità del servizio.

Gli investimenti sostenuti in Italia negli scorsi anni hanno permesso di garantire una continuità di fornitura anche in questi tempi incerti; tuttavia, questi ultimi mesi hanno suggerito alcuni ambiti di intervento per rendere il sistema ancora più sicuro e al contempo favorire il processo di decarbonizzazione. Per rispondere a queste esigenze, si sta diffondendo a livello globale una moltitudine di innovazioni che cambieranno radicalmente i sistemi elettrici, e questa pandemia può offrire l’opportunità di accelerare la loro implementazione per una transizione energetica più rapida.

IRENA ha classificato in quattro categorie le innovazioni propedeutiche a una maggiore resilienza delle reti elettriche e alla riduzione delle emissioni:
• tecnologie abilitanti, che presentano un ruolo chiave nell’integrazione delle rinnovabili come, ad esempio, batterie, ricarica dei veicoli elettrici,
blockchain, IoT e big data;
business models, ovvero modelli innovativi che creano un business case per i nuovi servizi e aumentano la flessibilità del sistema, come ad esempio energyas- a-service e il peer-to-peer trading;
market design, con nuove strutture di mercato per stimolare nuove opportunità di business in un sistema decarbonizzato, come l’utilizzo di tariffe time-of-use e l’introduzione di nuovi servizi nei mercati ancillari;
system operation, implementando modalità innovative di esercizio del sistema elettrico, attraverso, per esempio, previsioni meteo avanzate e nuove configurazioni di cooperazione DSO-TSO.
[...]

© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA _._._._._._._._. TORNA AL SOMMARIO

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com