NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
L’energia che tutela il mare (e lo ripulisce dalla plastica) Stampa E-mail

L’energia che tutela il mare
(e lo ripulisce dalla plastica)

GUARDA L'INFOGRAFICA

Con il progetto Energy4Blue E.ON si unisce a Legambiente per la grande missione di ripulire il mare dalla plastica.

Poiché la metà dell’ossigeno che respiriamo è prodotta dall’ecosistema marino, proteggere il mare vuol dire proteggere il futuro del Pianeta. Energy4Blue riflette il posizionamento #odiamoglisprechi, il percorso di sostenibilità e impegno per la sensibilizzazione delle persone che costituisce da alcuni anni un fil rouge nell’attività dell’azienda.
Il progetto vede il coinvolgimento attivo dei dipendenti E.ON, che con i loro familiari partecipano alla pulizia di alcune spiagge insieme ai volontari di Legambiente. L’azienda si impegna inoltre a eliminare gradualmente l’uso della plastica per il consumo di bevande nella sede e nei Punti E.ON in tutta Italia.

Accanto all’iniziativa
Spiagge e fondali puliti, E.ON sostiene la tutela delle tartarughe marine del Mediterraneo minacciate dall’inquinamento da plastica e lo sviluppo di progetti sperimentali che consentano di ridurne la quantità presente nei mari e nei corsi d’acqua. Sono in fase di studio proposte che prevedono la collaborazione con i pescatori per il recupero di plastica in alto mare e la realizzazione di dighe ripulenti lungo i fiumi.

In linea con l’approccio che caratterizza l’impegno dell’azienda per la sostenibilità in progetti diversi, come ad esempio i Boschi E.ON, Energy4Blue prevede un ruolo centrale dei clienti. L’azienda ha lanciato l’offerta di fornitura di energia da fonti rinnovabili E.ON LuceBlu, grazie alla quale ogni cliente contribuirà a ripulire 10 metri lineari in una delle 250 spiagge italiane oggetto dell’intervento. A oggi sono già 138 i chilometri di litorale ripuliti dalla plastica grazie al sostegno dei clienti che hanno scelto E.ON LuceBlu.

“E.ON guarda al futuro e ha quindi a cuore la tutela dell’ambiente e del Pianeta - racconta Péter Ilyés, CEO di E.ON Italia - ed è per questo che abbiamo voluto orientare ogni aspetto della nostra attività verso la sostenibilità, attivando insieme a noi i nostri clienti e dipendenti”.
“Il nostro obiettivo è generare consapevolezza e coinvolgimento da parte delle persone verso temi e problematiche che toccano la vita di tutti i giorni e possono essere affrontati con semplici accorgimenti nei comportamenti quotidiani - aggiunge Davide Villa, Chief Marketing Officer di E.ON Italia - e come per il progetto
Boschi E.ON abbiamo coinvolto i nostri clienti raggiungendo il grande traguardo di 83.000 alberi piantati (e puntiamo ai 100.000 entro fine maggio), allo stesso modo intendiamo impegnarci con Energy4Blue per ottenere un altro successo che contribuisca alla tutela del mare e della biodiversità”.

© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA _._._._._._._._. TORNA AL SOMMARIO

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com