NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Teorie, limiti e casualità Stampa E-mail

Teorie, limiti e casualità

di CARLETTO CALCIA


La nostra vita si svolge ormai grazie al contributo di una serie di apparecchiature digitali, computer, cellulari e simili, originate dalla scoperta della fisica quantistica nel lontano 1900.

Questa scoperta, di Max Planck, ebbe carattere casuale: le equazioni che spiegavano un certo fenomeno contenevano elementi, i quanti, che Planck stesso considerava un solo accorgimento per validare la sua teoria, essendo privi di realtà fisica. La realtà dei quanti venne invece provata per la luce qualche anno dopo da Albert Einstein, che ne fu premiato con il Nobel.

Capire a fondo la fisica dei quanti, con le sue particelle, onde e i suoi campi, è tuttora molto difficile, anche se i risultati delle sue applicazioni pratiche hanno già raggiunto valori enormi e determineranno il futuro del mondo. Tutto questo conferma che il successo pratico di una teoria può essere paradossalmente più importante della sua comprensione e del suo significato fisico.

Il trionfo della casualità è in un certo modo inatteso e sorprendente: prima dovrebbero essere concepite le idee, e solo in seguito, a valle della loro conferma, realizzata la loro potenziale utilizzazione. L’esempio più clamoroso di questo tradizionale processo viene da Einstein con le sue teorie della relatività ristretta e generale, elaborate praticamente dalla sua mente e solo a posteriori dimostrate matematicamente e sperimentalmente.

Ma anche il suo genio soffrì qualche incertezza. Nonostante il Nobel ricevuto, durante tutta la sua vita fu restio ad accettare la probabilità statistica offerta dalla fisica dei quanti in sostituzione del determinismo della sua fisica classica. Convinto della stazionarietà dell’Universo, per compensare l’effetto di compressione della gravità introdusse nelle sue equazioni il fattore repulsivo lambda: quando si scoprì che l’Universo era in espansione, l’imbarazzo per l‘ingombrante fattore fu grande e riconosciuto.
[...]

© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA _._._._._._._._. TORNA AL SOMMARIO

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com