NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Quando gli "Atomi per la Pace" furono universalmente accolti Stampa E-mail
di Enrico Cerrai

Quando il Presidente Eisenhower pronunciava il suo discorso, le centrali nucleari esistevano solo nei progetti degli specialisti e negli studi ingegneristici dei centri di ricerca collegati con le grandi industrie manifatturiere ed elettriche, ma era giunto il momento di trasferire l’enorme complesso di conoscenze e di esperienze acquisite con i programmi militari, per dare al mondo la possibilità di sfruttare una nuova e potente fonte energetica: quella nucleare.
Le grandi potenze non rinunciarono per questo allo sviluppo dei loro armamenti atomici, ma il messaggio “Atomi per la Pace” fu universalmente accolto.
La risposta dell’Onu fu infatti veloce: [...]


L'articolo completo non è disponibile on-line.
Potete ricevere una copia della rivista contattando l'ufficio abbonamenti:
telefono: 02 3659 7125 e-mail: Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo
 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com