NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
La mappa degli incentivi in versione 2 + 1 Stampa E-mail

La mappa degli incentivi in versione 2 + 1


di GIAMPIERO COLLI / segretario generale Assoclima


Esistono due tipi di incentivi di cui può beneficiare chi installa un impianto a pompa di calore: le detrazioni fiscali del 65 e del 50 per cento e il Conto termico.

Le detrazioni fiscali, di due diversi tipi cui corrispondono due diversi importi, sono previste per interventi di riqualificazione energetica su qualsiasi edificio già dotato di un impianto di riscaldamento e per interventi di ristrutturazione edilizia su abitazioni o parti comuni di condomini.
L’installazione di impianti a pompa di calore può beneficiare di entrambe le tipologie di incentivi, ma le due detrazioni richiedono differenti condizioni di installazione degli impianti e hanno iter burocratici distinti.
Entrambi gli incentivi vengono erogati in 10 anni e possono essere richiesti, salvo ulteriori proroghe, fino al 31 dicembre 2019.

La Legge di Bilancio 2019 ha prorogato al 31 dicembre 2019 la detrazione fiscale del 65 per cento dall’IRPEF e dall’IRES per gli interventi di riqualificazione energetica. La detrazione si può applicare a interventi eseguiti su edifici di qualsiasi categoria catastale - abitazioni, uffici, negozi, eccetera - purché già esistenti e dotati di impianto di riscaldamento.
Nel caso di impianti a pompa di calore, la condizione per accedere alle detrazioni è che si tratti di sistemi ad alta efficienza e che la loro installazione costituisca una sostituzione dell’impianto di riscaldamento esistente. Quando si parla di alta efficienza si fa riferimento a specifiche tabelle indicate dall’Agenzia delle Entrate, i cui valori minimi di prestazione dipendono dal tipo di pompa di calore che viene scelta.

Non godono di agevolazioni le installazioni su edifici che non siano già provvisti di impianto di riscaldamento, né l’aggiunta di climatizzatori split a pompa di calore a integrazione di un impianto di riscaldamento esistente. Dal 2017 sono previste detrazioni più elevate per gli interventi di riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali attraverso i quali si raggiungono determinati indici di prestazione energetica.[...]


© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA _._._._._._._._. TORNA AL SOMMARIO

 
© 2005 – 2019 www.nuova-energia.com