NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Italia: scenari petroliferi e scelte (ormai) necessarie Stampa E-mail

di Edgardo Curcio

Nei primi mesi dell'anno il prezzo del petrolio ha ripreso la corsa verso l'alto. Nelle scorse settimane ha quasi toccato i 60 dollari al barile per poi ripiegare su livelli più bassi. È comunque opinione diffusa da parte dei maggiori centri economici e istituzionali, compresi la Federal Reserve Bank, l’IEA, il Fondo Monetario Internazionale e altri, che il prezzo del greggio rimarrà ancora per
alcuni anni su quotazioni elevate, con conseguenze negative sul tasso di crescita dell’economia dei Paesi industrializzati che potrebbe ridursi di mezzo punto percentuale nel 2005 e probabilmente anche nel 2006.
Sulle cause di questi alti prezzi c’è un consenso abbastanza generale. [...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02.3659.7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com