NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
L’innovazione come motore dell’occupazione Stampa E-mail
L’innovazione come motore dell’occupazione

di SIMONE MORI / presidente Elettricità Futura Visita il profilo LinkedIn



Innovazione e occupazione sono due parole che sempre più rappresenteranno un binomio fondamentale per avviare strategie di sviluppo sostenibile per il nostro Paese e per affrontare le sfide della transizione energetica e dell’elettrificazione dei consumi.

Per realizzare gli obiettivi proposti nel Piano Energia e Clima, le imprese del sistema elettrico prevedono di investire mediamente circa 4,6 miliardi di euro all’anno fino al 2030. Di questi, una quota rilevante sarà destinata alla digitalizzazione delle reti e alla gestione efficiente e in piena sicurezza degli impianti.

Investimenti che, quindi, genereranno conseguenze positive per l’occupazione, sia nel periodo di realizzazione degli impianti, che durante il funzionamento permanente. La fase realizzativa porterà in media circa 30.000 occupati temporanei annui nelle attività di costruzione e installazione e 15.000 occupati permanenti a regime nella generazione elettrica. In questo scenario, la crescita e la diffusione di nuove figure digital appaiono di particolare rilievo in un settore come quello elettrico in cui, a differenza di altri ambiti industriali, alcune di queste tecnologie hanno già trovato un’applicazione concreta.

Diverse sono le figure professionali che si diffonderanno o che sono già presenti, come i data scientist/engineers, i data analysts, gli specialisti di internet of things e cyber security e digital enabler (abilitatori digitali che accompagnano l’azienda nei processi di innovazione)
. [...]
© nuova-energia | RIPRODUZIONE RISERVATA _._._._._._._._. TORNA AL SOMMARIO
 
© 2005 – 2019 www.nuova-energia.com