NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Il sorvegliato speciale Stampa E-mail











di FRANCESCO ANDREOTTI e FRANCESCA FLOCCIA
Torna al sommario

Da quest’anno, in Italia, è stato rafforzato il controllo di un settore commerciale in continua crescita, quello dei prodotti biologici. La produzione biologica, dal punto di vista ambientale, ha l’intento di limitare l’inquinamento, proteggendo le risorse naturali e privilegiando l’uso di risorse rinnovabili e il riciclo dei rifiuti organici e dei sottoprodotti di origine vegetale e animale per altre colture e per l’allevamento.


L’effetto positivo sull’ambiente derivante dalla produzione biologica è, principalmente, la tutela della biodiversità; da ciò conseguono altri benefici, quali il mantenimento e il miglioramento della fertilità del suolo, la maggiore capacità degli habitat agricoli all’adattamento e alla resilienza agli stress ambientali, la riduzione dei gas-serra dovuta a una maggiore capacità di fissazione del carbonio e alla riduzione o mancato utilizzo di fertilizzanti di sintesi, la minore richiesta di energia e i ridotti consumi d’acqua.

Nell’Unione Europea, il settore della produzione biologica ha visto un rapido e considerevole sviluppo, sia in termini di superficie agricola utilizzata, sia di numero di aziende e operatori, tanto da arrivare a occupare, ad oggi, una fetta significativa del mercato alimentare e non.
Tale successo è stato frutto, da una parte, dell’aumento della domanda del consumatore, attento alla scelta alimentare e alle problematiche ambientali, dall’altra, dell’ampliamento dell’offerta stessa.[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 
© 2005 – 2019 www.nuova-energia.com