NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Bocchiola: "Continuare senza indugi sulla strada della liberalizzazione" Stampa E-mail











di DAVIDE CANEVARI
Torna al sommario

Sono due i concetti chiave ricorrenti nell’intervista rilasciata a Nuova Energia da Fabio Bocchiola, presidente di Energia Libera: innovazione e liberalizzazione. Variabili irrinunciabili del profondo e cruciale cambiamento che sta affrontando il settore energetico e ambientale in Italia e in Europa.


Fabio Bocchiola












Da Concorrente a Libera: che cosa è cambiato in questi anni nell’Italia dell’energia e cosa è mutato nelle finalità della vostra Associazione?
Nel contesto di transizione energetica in atto è di fondamentale importanza la definizione di politiche in grado di sostenere l’innovazione, la decarbonizzazione e la concorrenza per uno sviluppo sostenibile.
La nostra Associazione ha come scopo la valorizzazione della partecipazione al dibattito sui temi energetici e ambientali, in questo contesto particolarmente necessario. L’intento è quello di improntare la nostra azione all’approfondimento, al dibattito e all’inclusività, anche attraverso proposte e contributi di analisi elaborati con esperti, istituti di ricerca, enti istituzionali. Con tale finalità, l’Associazione ha riformato il proprio Statuto, ha aumentato il numero di aziende associate e scelto un nuovo nome - Energia Libera: idee per innovare – che crediamo rappresenti compiutamente le realtà associate e la nostra visione di questo settore, orientata all’innovazione dei mercati energetici.


A proposito, come è cambiato il ruolo del consumatore? Si fa un gran parlare di prosumer come se oggi ciascuno avesse in mano il proprio destino energetico. Quanto c’è di vero?
Il percorso attuativo avviato nell’ambito della Legge Concorrenza, non ancora completato, sta rafforzando e ampliando gli strumenti messi a disposizione del consumatore, per garantire scelte sempre più consapevoli, che gli permettano di cogliere tutte le opportunità del mercato. Allo stesso tempo, ciò offre l’opportunità di massimizzare gli sforzi e gli investimenti degli operatori in termini di efficienza, innovazione e qualità. Energia Libera sta creando occasioni per riflettere sulle opportunità che la transizione energetica offre al consumatore e sulle modalità con le quali aziende affidabili, come quelle aderenti all’Associazione, possano contribuire a renderlo il vero protagonista del mercato energetico.


Eppure, la bolletta è ancora oggi un documento piuttosto complicato da leggere.
Il settore energetico è per natura complesso, con molti attori in gioco, e le bollette risentono di questa complessità. La bolletta deve però essere comprensibile, utilizzando un linguaggio chiaro e accompagnandolo con tutte le informazioni e gli approfondimenti messi a disposizione dagli operatori sia sui siti Internet sia tramite i call center.
È importante che tramite la bolletta il cliente possa percepire il valore e la valorizzazione dell’attività della filiera dell’energia e fare una scelta consapevole del proprio fornitore e dei relativi servizi. Un fattore di complicazione è certamente il peso delle componenti tariffarie a copertura degli oneri generali.
[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 
© 2005 – 2018 www.nuova-energia.com