NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
L’evoluzione del pensiero strategico (nell’era del cloud) Stampa E-mail











di CARLETTO CALCIA
Torna al sommario

Nei decenni successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiale si diffuse in Italia la pratica gestionale della pianificazione strategica, concepita sostanzialmente dal board e formalizzata dall’amministratore delegato e dal direttore amministrativo-finanziario.


Era nata negli Stati Uniti degli Anni ‘20 e ‘30, ai tempi di Alfred Sloan della General Motors, ed era realizzata nelle aziende dai migliori laureati americani di prestigiose Università, le cosiddette teste d’uovo. Le strategie da essi elaborate venivano affidate per la realizzazione operativa ai manager di linea, che le accettavano con riluttanza, essendo stati in pratica esclusi dalla loro elaborazione. Le teste d’uovo finirono con l’essere private di questa attività e passarono, secondo le dicerie, a Wall Street per guadagnarsi rapidamente il primo milione di dollari.

Successivamente, fu adottata una prassi più partecipativa: il vertice elaborava le primarie linee guida e le trasmetteva alle unità operative, che le integravano con valori locali. Con l’avvento del budget, anche in Italia prese il via la pianificazione strategica prima a lungo e poi a medio termine, top-down e bottom up. Questa doveva tenere nel giusto conto eventi disruptivi di carattere esterno, geopolitico o tecnologico, i quali tuttavia non ne riducevano la validità grazie a lunghi periodi di stabilità economica.

Oggi le cose sono molto cambiate. La realtà odierna è caratterizzata da un’estrema rapidità e frequenza di cambiamenti geopolitici ed economici, che vanificano l’importanza di una pianificazione a lungo termine e che richiedono una gestione rapida ed efficace.[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 
© 2005 – 2018 www.nuova-energia.com