NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Non accontentiamoci di guardare solo la punta dell’iceberg Stampa E-mail











di GABRIELE BERTHOLET / amministratore delegato Axopower
Torna al sommario


Le politiche di abbattimento delle emissioni e dei composti inquinanti, in ambito sia nazionale sia internazionale, hanno coinvolto pesantemente anche la mobilità, oggi difficilmente coniugabile con l’aggettivo sostenibile.















Tra le opzioni tecnologiche percorribili per superare la situazione attuale si rileva una forte convergenza - è quasi un plebiscito... - verso la e-mobility. Stiamo assistendo a un’accelerazione - in termini di interesse generale, progetti, prodotti e servizi proposti sul mercato, numero e tipologia dei clienti - davvero difficile da ipotizzare anche solo un paio di anni fa. Una utility che oggi nel proprio portafoglio non sia in grado di offrire anche soluzioni per la mobilità elettrica può sembrare... quantomeno sprovveduta.

La prevista proliferazione di utenti rappresenta certamente una prospettiva positiva; ma porta con sé, inevitabilmente, anche dei nodi da sciogliere. È ad esempio evidente come i condomìni - che potrebbero essere un terreno fertile per la diffusione dei punti di ricarica - non siano affatto preparati a raccogliere la sfida. Qualcosa di simile lo abbiamo già visto in occasione del boom fotovoltaico.

Altro elemento importante è capire che cosa ruota (o può ruotare) attorno alla colonnina di ricarica, intesa come hardware: di fatto è solo la punta dell’iceberg. Quali possono essere, cioè, le esigenze del cliente (che deve fare il pieno di chilowattora) e del sito che ospita la colonnina.

Cosa posso fare se ho urgenza di effettuare una ricarica, ma la colonnina più vicina è fuori servizio o è appena stata occupata? Qual è il livello di interoperabilità del mio fornitore? Chi si occupa della manutenzione se il punto di ricarica subisce un atto di vandalismo? Una volta che ho acquistato da un fornitore una wall box, devo chiamare io muratore ed elettricista per montarla? E se sono una struttura della grande distribuzione che è arrivata a installare nei propri parcheggi 10, 20 o più colonnine, ho la possibilità di creare una sinergia tra di loro, di avere delle statistiche di consumo o un profilo dei clienti?
[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 
© 2005 – 2018 www.nuova-energia.com