NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
IL SOMMARI[ANNO]

SOGLIA IL SOMMARIO DEL 2017 IN FORMATO PDF

 
Tecnologie… da Formula E Stampa E-mail











di DAVIDE CANEVARI
Torna al sommario


Per molti versi era nella logica delle cose. Una sorta di consequentia rerum. A inizio gennaio, ABB è diventato title partner della neonata Formula E, la versione a “impatto zero” della Formula 1.















Una precisa scelta di posizionamento che ben si inserisce nel solco delle strategie del Gruppo, volte a promuovere lo sviluppo della mobilità sostenibile in tutti i suoi aspetti e declinazioni tecnologiche: dai veicoli elettrici pubblici e privati al trasporto ferroviario, dai porti verdi al settore navale.
L’ABB FIA Formula E Championship (questa la denominazione ufficiale), nonostante la sua giovanissima età si è già imposta nel panorama mondiale delle competizioni motoristiche, anche per la scelta vincente di disputarsi su veri circuiti cittadini: New York, Zurigo, Parigi, Berlino... e da quest’anno anche Roma (il 14 aprile).

Ulrich Spiesshofer, CEO di ABB, ha sottolineato l’importanza di questa partnership volta a “scrivere il futuro della e-mobility” e il ruolo di pioniere giocato dalla stessa ABB nello “sviluppo delle più moderne tecnologie nell’ambito della mobilità elettrica e della digitalizzazione”. Il settore è a dir poco in fermento, e chiama le principali economie mondiali (emerse ed emergenti) a una repentina assunzione di responsabilità.

Questo, naturalmente, vale anche per l’Italia, Paese che ancora ha in circolazione 3,9 milioni di auto Euro0 e 6,3 milioni di Euro1 o Euro2! Dieci milioni di tubi di scappamento ad alto (o altissimo) tasso di impatto ambientale.
La Strategia Energetica Nazionale, documento programmatico sottoscritto a fine novembre 2017 dai ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo economico, promette una drastica svolta, e fissa l’obiettivo di quasi 5 milioni di veicoli elettrici e ibridi elettrici plug-in in circolazione al 2030. Tali valori - secondo la SEN - potrebbero addirittura essere superati grazie all’impulso che potrà derivare dal secondo pacchetto sulla mobilità sostenibile proposto dalla Commissione Europea.
[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 

 
© 2005 – 2018 www.nuova-energia.com