NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
FOCUS ON

 
Consumi stimati Stampa E-mail










testi di MICHELE GOVERNATORI / disegni di PAOLO GHELFI
Torna al sommario


L’intelligenza è una questione complessa, gli esperti da decenni perfezionano definizioni sempre più olistiche e sistemi più evoluti per misurarla.Non è che a uno gli fai risolvere un’equazione e da lì vedi se è intelligente.



E anche la polemica sugli smart meter miliardari, che non sarebbero smart solo perché rilasciano dati solo se vai in cantina con una torcia, un monocolo da orologiaio, uno sfollascarafaggi e ti metti a premere il pulsante e annotare numeri a 10 decimali che appaiono per 3 decimi di secondo, è assolutamente faziosa.

Se i meter sono intelligenti, non è detto che vogliano anche darcene conto. È quella che è stata definita confrontational smartness nel celebre studio di Hugh Mazzolenti pubblicato su Nature un paio d’anni fa.
Così, quando i misuratori intelligenti non forniscono il dato ai venditori di energia, sono questi ultimi che con sofisticati sistemi di inferenza stimano i consumi per quei clienti che incredibilmente non sono riusciti a operare la lettura da soli.
[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com