INFO@COMUNI - PA: non si raffredda l’interesse per il Conto Termico Stampa E-mail











30 giugno 2017 | INFO@COMUNI | NUOVA ENERGIA | Lo strumento, nato per promuovere l’efficienza energetica e le rinnovabili termiche, nella sua attuale versione “2.0” conferma di essere a misura di pubblica amministrazione. Quasi 40 mila le richieste già finanziate dal GSE.


Una notizia sul Conto Termico con 38 °C all’ombra può sembrare... quantomeno fuori luogo. Al limite della provocazione o del controsenso, come l’annuncio di una vendita promozionale di ghiaccioli al Polo Nord o di maglioni in cachemire all’Equatore. Non è così...
Tra gli strumenti messi in campo per promuovere l’efficienza energetica e le rinnovabili termiche, proprio il Conto Termico (meccanismo incentivante regolato dal DM 16 febbraio 2016) si conferma come uno dei più riusciti, in particolare per quanto riguarda la risposta da parte delle pubbliche amministrazioni.
Gli ultimi dati resi noti dal GSE - e aggiornati al 1° giugno - confermano che la risposta da parte dei potenziali beneficiari continua ad essere positiva ed elevata; a prescindere dalla stagione. In un anno esatto, a partire dal 31 maggio 2016, sono infatti pervenute al GSE circa 23.370 domande nella versione “2.0”, per un totale di 111 milioni di incentivi richiesti. Il 53 per cento delle domande (per un totale di 59 milioni di euro) è stato avanzato dalle pubbliche amministrazioni.
Se si considerano i risultati globali di questo strumento, anche nella sua fase preliminare “1.0”, il numero di richieste concretamente ammesse all’incentivo sfiora le 40 mila unità e l’importo complessivo raggiunge un totale di 153 milioni di euro. Il peso specifico della pubblica amministrazione si riduce, in questo conteggio globale, a circa un terzo.
Ecco dunque la conferma: proprio la versione “2.0” ha consentito alla PA un cambio di passo e un “recupero” di quota mercato, superando in volume le richieste dei privati.


LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DELLA NEWSLETTR INFO@COMUNI

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com