NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
EFFICIENZA

 
INFO@COMUNI - Alla ricerca del Comune più organico d’Italia Stampa E-mail











30 giugno 2017 | INFO@COMUNI | NUOVA ENERGIA | Il CIC promuove un premo destinato agli enti locali che si sono distinti per il miglioramento delle condizioni ambientali del proprio territorio, anche attraverso la valorizzazione dei rifiuti biodegradabili e compostabili. C’è tempo per aderire fino al prossimo 21 luglio.


Lo sviluppo sostenibile è un’attività per così dire multi-disciplinare. Come nel caso dell’atletica esistono svariate specializzazioni profondamente diverse tra di loro - cosa c’è di più differente, come gestualità, tra la velocità pura e il lancio del peso? - anche alle Olimpiadi della sostenibilità si può competere in varie categorie. L’importante - ci scuserà De Coubertin - non è semplicemente partecipare, ma diventare campioni, mettendo a segno risultati da record.
Tra le iniziative volte a stimolare lo spirito verde di competizione dei Comuni, una riguarda in particolare il settore del compostaggio. Il Consorzio Italiano Compostatori (CIC), assieme alla casa editrice il Verde Editoriale ha deciso di premiare Il Comune più organico d’Italia ovvero “quello che più si è impegnato nel miglioramento delle condizioni ambientali del proprio territorio, soprattutto attraverso la riduzione e la valorizzazione virtuosa dei rifiuti biodegradabili e compostabili”.
“Saranno valutati - spiega una nota del CIC - i diversi parametri di performance nella gestione dei rifiuti organici quali l’attività di comunicazione e sensibilizzazione sulla filiera di riduzione, recupero, riciclo dei rifiuti organici; la sensibilizzazione dei cittadini e degli alunni delle scuole; l’incentivazione del compostaggio domestico e della raccolta differenziata degli scarti verdi; il monitoraggio del rifiuto organico raccolto; la riduzione dello spreco alimentare; la diffusione del green public procurement e l’impiego del compost”.
Sono previste quattro specifiche categorie, in base alla dimensione dei Comuni (dalle realtà al di sotto dei 5 mila abitanti a quelle oltre i 50 mila). La partecipazione è gratuita e c’è tempo fino al 21 luglio per proporre la propria adesione. I Comuni possono scaricare la scheda di partecipazione al seguente indirizzo: www.ilverdeeditoriale.com/citta_verde.aspx


LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DELLA NEWSLETTR INFO@COMUNI

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com