Tutela “smile” Stampa E-mail










testi di MICHELE GOVERNATORI / disegni di PAOLO GHELFI
Torna al sommario


Cosa vuole davvero il cliente elettrico visto che si lamenta tanto delle telefonate e dei contratti non richiesti? E cosa vogliono i fornitori?



L’esperimento del sito della Tutela Simile, ideato dall’Autorità e realizzato dall’Acquirente Unico, con i suoi esiti ci aiuta a raccapezzarci.
Intanto dimostra che il prezzo, a differenza di quanto si pensava, non interessa a nessuno. Nemmeno ai fornitori, che hanno proposto sconti fino a 115 euro nella prima bolletta, in qualche caso conferiti direttamente dall’amministratore delegato dell’azienda e in gettoni d’oro, a clienti che in un anno ne spendono lordi in bollette, se va bene, poco più del doppio.
A una signora di San Giovanni, a Roma, che chiedeva a un fornitore perché si accanisse tanto con lei, un noto top manager francese di una multinazionale attiva nel nostro mercato retail ha risposto: “Rien, madame, solo il piascere di averla nostra cliente e, se potesse, di tanto in tanto, qualche fattura pagata”.
La signora però non si è fidata, ha detto che sta bene “dove sta”.
[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com