Tariffe? Finalmente cost reflective Stampa E-mail










testi di MICHELE GOVERNATORI / disegni di PAOLO GHELFI
Torna al sommario


Un’analisi dei primi mesi di applicazione delle nuove tariffe di ripartizione degli oneri elettrici in bolletta, finalmente cost reflective e con maggiori flessibilità nel cambio della potenza installata, porta a un bilancio decisamente positivo.



Se è vero che i consumatori moderati non godono più dello sconto sui primi 1.800 kWh, è anche vero che adattare la potenza agli effettivi fabbisogni legati alle proprie abitudini permette di non pagare potenze installate non necessarie.
Ecco dunque alcuni dei piccoli trucchi che permettono di risparmiare dopo la riforma tariffaria.

Lavatrice tantrica. Chi ha detto che la lavatrice debba finire un ciclo in un’ora e mezza, con volgari picchi di potenza che sfiorano i 2 kW? Con un programma tantrico avviabile al rientro dal lavoro, per le 8 della mattina dopo è possibile avere il bucato perfettamente lavato e solo leggermente più umido: il programma tantrico effettua solo i movimenti impercettibili del cestello indispensabili a evitare la polpettizzazione del bucato e sfrutta, anziché la stolida e vecchia resistenza elettrica, le naturali reazioni di fusione nucleare, ormai comuni in alcune molecole spurie delle fibre sintetiche Made in Bangladesh.
E al posto della centrifuga è più che sufficiente un semplice sgocciolamento gravitazionale di 7 ore.
[...]


© nuovaenergia | RIPRODUZIONE RISERVATA

-----------------------------------------------------------------------------------

GLI ARTICOLI COMPLETI SONO DISPONIBILI PER GLI ABBONATI.7

ACQUISTA LA RIVISTA

_oppure

SOTTOSCRIVI L’ABBONAMENTO ANNUALE

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com