NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
FOCUS ON

 
IL GIORNALIERO | Tecnologia UHVDC: ABB si aggiudica maxi contratto in India Stampa E-mail

.12 GENNAIO 2017. - I numeri sono davvero straordinari: 1.800 chilometri, 80 milioni di persone, 640 milioni di dollari. Straordinari, ma non del tutto sorprendenti considerando gli attori in gioco: ABB, la tecnologia UHVDC, l’India...
ABB, insieme con Power Grid Corporation of India, si è aggiudicata un ordine per la fornitura di una interconnessione in altissima tensione in corrente continua, che consentirà di trasportare energia a oltre 80 milioni di utenti. Valore della commessa, oltre 640 milioni di dollari.
Il sistema - che sarà completato nel 2019 - connetterà Raigarh (situata nell’India centrale) con Pugalur (nello Stato meridionale di Tamil Nadu) percorrendo una distanza di oltre 1.800 chilometri; essendo bilaterale, potrà integrare al meglio la generazione termoelettrica dell’area centrale del Paese con quella eolica nel sud dell’India. Quando la produzione delle wind farm sarà al minimo o comunque al di sotto della richiesta, sarà Raigarh a fornire il suo supporto. Viceversa, quando la produzione eolica sarà sovrabbondante, il surplus potrà correre lungo la nuova linea in direzione contraria.
“Raigarh-Pugalur - precisa una nota di ABB - rappresenta il sesto progetto HVDC in India e la seconda installazione UHVDC, dopo l’interconnessione multi-terminale North-East Agra, oggi parzialmente energizzata e in fase di completamento. Il progetto chiavi in mano include progettazione, ingegneria, fornitura, installazione e commissioning, e la fornitura di importanti attrezzature quali le stazioni UHVDC”.

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com