NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
EFFICIENZA

 
IL GIORNALIERO | Chissà se anche il climate change ci concederà una proroga... Stampa E-mail

30 DICEMBRE 2016 - Del decreto Milleproroghe i media italiani hanno evidenziato in particolare un provvedimento: lo slittamento al 30 giugno 2017 del termine per l’installazione delle cosiddette termovalvole nei condomini. Colpisce, in primo luogo, il tempismo tutto italiano: la precedente scadenza, infatti, era stata fissata al 31 dicembre 2016; meno di 72 ore dopo la firma del decreto. Naturalmente lo slittamento è subordinato all’approvazione dell’Europa, che difficilmente potrà arrivare prima di San Silvestro... Nel caso ci saranno delle sanzioni da pagare.
Mentre Confedilizia plaude alla decisione del Governo (“I sei mesi in più a disposizione potranno consentire ai tanti proprietari e amministratori condominiali in difficoltà, per colpe non a loro addebitabili, di attivarsi fin d’ora per svolgere il complesso iter necessario per l’applicazione della normativa”), resta il forte dubbio che prima di fine giugno ci si inventerà qualcosa di nuovo per far saltar fuori qualche altra proroga o slittamento.
Dopotutto la Direttiva Europea di riferimento era solo del 25 ottobre 2012; millecinquecentotrenta giorni fa.
C’è solo da sperare che anche il riscaldamento globale - spauracchio che viene agitato 364 giorni l’anno, ed è considerato uno degli acceleratori degli investimenti in efficienza energetica - conceda qualche proroga e dilazione...

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com