NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Stoccaggio: l’unione fa la forza Stampa E-mail

Torna al sommario di Nigel Blackaby| direttore conferenza Power-Gen Europe




Che cos’è una batteria elettrica, dopo tutto? Tecnicamente, si tratta di una o più celle elettrochimiche usate per accumulare e scaricare energia elettrica.Ma è anche la fonte di un notevole fermento nel settore energetico, nonché una delle più brillanti metafore involontarie di tutti i tempi...



Fu Benjamin Franklin per primo, nel 1748, ad usare il termine batteria nel contesto elettrico. Lo usò per descrivere un insieme di bottiglie di Leida (precursore dell’odierna cella) paragonandole a una batteria di cannoni che sparano tutti insieme.

La descrizione si sarebbe rivelata molto più adatta di quanto lui stesso avrebbe mai immaginato: l’idea di varie unità singole che agiscono all’unisono per ottenere qualcosa di più grande della somma delle loro parti; e insieme, la nozione dell’assoluta precisione militare, senza la quale il sistema cade a pezzi…
E non si riesce a immaginare una descrizione migliore per il ruolo che lo stoccaggio dell’energia svolgerà nell’ambito di reti elettriche europee caratterizzate da un livello straordinario di integrazione. L’aspetto centrale di questa metafora, e della capacità dello stoccaggio energetico di esprimere pienamente il suo potenziale, è proprio la collaborazione, che sino a questo momento si è rivelata carente.
Per oltrepassare i limiti posti dal vecchio mondo energetico e arrivare al nuovo contesto abilitato allo stoccaggio, sono in effetti necessarie una comprensione e una collaborazione molto più ampie tra i vari stakeholder.[...]

©nuovaenergia

L’ARTICOLO COMPLETO È DISPONIBILE PER GLI ABBONATI.
CHIEDI LA COPIA SAGGIO DELL’ARTICOLO IN FORMATO PDF A RIVISTA_at_NUOVA-ENERGIA.COM

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com