NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Energia è geopolitica Stampa E-mail

Torna al sommario di Stefano Besseghini| amministratore delegato RSE



Parafrasando il titolo di un recente convegno a cui sono stato invitato - Energia e geopolitica - mi è venuto spontaneo un tweet: “Energia è geopolitica”. La considerazione in sé ha un buon tasso di ovvietà, essendo ben noto che l’approvvigionamento di energia ha rappresentato per tutto il XX secolo...


...e non ha smesso di farlo in questo scorcio di XXI, una spinta potente alla spartizione e al dominio di intere aree del nostro Pianeta.
Risorse abbondanti e relativamente concentrate hanno portato queste aree ad essere protagoniste e spesso arbitro di scelte che hanno comportato guerre venate di integralismo religioso, esportazioni di democrazia, difese di diritti, primavere non particolarmente dolci; sempre con il retropensiero che la materia prima fossile giocasse un ruolo non secondario nelle scelte.

Da una direzione quasi ortogonale, lontanissima dai temi della sicurezza di approvvigionamento, della programmabilità e della densità di energia, ha cominciato a farsi avanti un’altra e diversa spinta che ha cambiato il mondo dell’energia, portando due concetti completamente nuovi: la generazione distribuita e l’ubiquità delle fonti.
Un cambiamento che non si è limitato agli aspetti tecnologici ma che, progressivamente, sta modificando l’intero sistema energetico giungendo a coinvolgere persino l’utente finale. Le riflessioni più recenti sulla futura architettura del sistema elettrico cominciano a immaginare una completa disarticolazione del vecchio sistema gerarchico a favore di un insieme di sottosistemi in grado di ottimizzare localmente e non globalmente l’ineludibile bilanciamento del sistema.
Inevitabile quindi domandarsi se e come un diverso paradigma del sistema elettrico possa avere ripercussioni sulla geopolitica dell’energia. La fonte rinnovabile è certamente distribuita in maniera più “equa” di quella fossile ma mantiene pur sempre una certa caratterizzazione per aree, con prevalenza di idro, eolico e fotovoltaico.[...]

©nuovaenergia

L’ARTICOLO COMPLETO È DISPONIBILE PER GLI ABBONATI.
CHIEDI LA COPIA SAGGIO DELL’ARTICOLO IN FORMATO PDF A RIVISTA_at_NUOVA-ENERGIA.COM

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com