NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Sul tema smart chi fa ricerca la pensa così... Stampa E-mail

Torna al sommario
di Michele de Nigris, Massimo Gallanti, Luciano Martini, Luigi Mazzocchi | RSE



Marco Sanguineti

Abbiamo chiesto ai responsabili dei quattro dipartimenti di ricerca di RSE di dare un parere sul tema smart energy e sul possibile contributo della ricerca alle complesse evoluzioni in atto. Con un vincolo non facile: un pensiero riassumibile nel foglio di un blocco per appunti. Una sorta di breve manifesto, certo non un trattato tecnico-scientifico, un report o un riassunto puntuale delle attività in corso.


Michele de Nigris | Il sistema elettrico è considerato la più importante e complessa opera dell’uomo. Da più di cento anni l’evoluzione del sistema elettrico ha trasformato la vita della società diventando un veicolo di servizi ormai indispensabili per ogni nostra iniziativa ed azione.
Se si escludono alcune, pur importanti, evoluzioni tecnologiche che hanno permesso il miglioramento delle prestazioni dei principali componenti del sistema, la struttura di base e il funzionamento intrinseco della rete sono rimasti quasi invariati dalla fine del XIX secolo fino ad una decina di anni fa. [...]


Massimo Gallanti | Gli obiettivi di decarbonizzazione e della sicurezza della fornitura energetica stanno determinando un profondo mutamento nei modi in cui l’energia viene prodotta e consumata, testimoniato anche dalla diffusione di nuovi termini, quale ad esempio smart energy, con cui si vuol rimarcare che l’energia non è più solo una commodity, ma è un sistema con più dimensioni, che ne qualificano tanto la produzione quanto l’uso.
Tali dimensioni comprendono la molteplicità delle fonti da cui l’energia proviene, l’interazione tra energia e ambiente, l’integrazione di produzione e utilizzo dell’energia [...].


Luciano Martini | Sotto il termine smart grid passa l’odierna evoluzione dei sistemi elettrici che, dopo vari decenni nei quali gli investimenti per l’ammodernamento delle infrastrutture elettriche nazionali sono stati limitati, fa seguito agli indirizzi di politica energetica in ambito europeo e nazionale relativi alla necessaria riduzione delle emissioni di gas serra, alla limitazione della dipendenza delle importazioni di gas e di petrolio e alla prosecuzione nei processi di liberalizzazione, finalizzati alla riduzione delle posizioni di dominanza e alla promozione della concorrenza. Le smart grid rappresentano la soluzione più efficiente in risposta a queste priorità [...].


Luigi Mazzocchi | Il concetto di smart grid è venuto alla luce da diversi anni e si può sinteticamente descrivere come ammodernamento delle reti elettriche, soprattutto di distribuzione, motivato dalla necessità da un lato di accogliere e integrare efficacemente una crescente presenza di piccola-media generazione, dall’altro di mettere il consumatore in condizione di partecipare attivamente al funzionamento del sistema, attraverso comportamenti reattivi rispetto alle diverse situazioni tecnico- economiche che si presentano. Tali esigenze portano innanzitutto a modificare la struttura fisica e informatica delle reti [...].

©nuovaenergia

L’ARTICOLO COMPLETO È DISPONIBILE PER GLI ABBONATI.
CHIEDI LA
COPIA SAGGIODELL’ARTICOLO IN FORMATO PDF A | rivista_at_nuova-energia.com

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com