COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Quanta fatica essere smart con il virus attack ai contatori elettrici 4.0! Stampa E-mail
Torna al sommario


di Michele Governatori






Cari amici,
mi arrivano ancora adesso sul liquiblog un sacco di sollecitazioni riguardo a casi di intrusioni informatiche sui nuovi misuratori domestici di elettricità 4.0.
Meraviglie della tecnologia installate dai gestori del servizio di distribuzione in cambio di un misero
Unbelievable Cost of Capital del 29,9 per cento annuo che dal 2021 include la componente rischio-Paese-percepito-da-soggetti-particolarmente-suscettibili (RPPSPS) del 28,6 per cento (già al netto della deflazione)
.

I nuovi misuratori interagiscono con tutte le utenze della casa che rispettano il marchio energy aware obbligatorio ormai da almeno dieci anni.
Ecco le principali tipologie di attacco che mi avete raccontato negli ultimi mesi:

1. Attacco vaporifero: provoca il blackout subito dopo la centrifuga a 20mila giri della vostra lavatrice, impedendo l’apertura dell’oblò per 2 ore, dopodiché stirare le camicie richiede 2 MWh di energia (i più maligni tra voi sospettano che i mandanti siano i venditori di energia).

2. Illusione d’efficienza: il display presenta cifre di consumo ridotte rispetto al reale, ingenerando una falsa sensazione di virtù d’efficienza energetica. Poco prima della data di fatturazione, le cifre tornano quelle reali sorprendendo il cliente.

3. Ransomware attack: il contatore elettronico non elargisce più energia finché non immettete un codice segreto. Per ricevere il quale dovete pagare una certa cifra in bitcoin a un indirizzo elettronico misterioso rispondendo alla richiesta di riscatto apparsa sul display. Potete anche chiamare la polizia postale e andare nell’ufficio di quartiere a dettare una denuncia in carta copiativa, ma finché non pagate state al buio.

Il solo business degli antivirus per misuratori vale già dall’anno scorso quanto il costo della componente energia consumata da un cliente domestico medio.
Pensavate di diventare smart senza fatica?


             
  *     *  
* * ***

_
Marta non è scomparsa ma ritorna in un blog
Vi ricordate l’esperimento dello scorso anno? Per sei numeri Nuova Energia ha ospitato il racconto a puntate Marta non è ancora spacciata. Al termine di quel percorso l’esperimento a puntate è diventato un volume con una doppia anima. Al romanzo vero e proprio sono state infatti affiancate alcune schede di approfondimento di carattere tecnico (e realistico) su come gli esperti del settore pensano che potrà evolvere il comparto energetico nei prossimi lustri.
Adesso è tempo di qualcosa di ancora più innovativo. A partire dal numero 6|2014 Nuova Energia ha iniziato ad ospitare una sorta di blog scritto nel futuro - anche se i temi sono molto contemporanei...

Visita anche il sito www.marta2027.com

_

*** * ]*
*      
             

















©nuovaenergia

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com