COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
GNL, un’avanzata con molto trasporto Stampa E-mail

Torna al sommario


di Andrea Molocchi| coordinatore scientifico del Green Shipping Summit, ECBA Project


Il Green Shipping Summit, il convegno annuale sulle tecnologie e carburanti alternativi per la compatibilità ambientale del trasporto marittimo che si è tenuto a Genova il 17 e 18 settembre in occasione della Genoa Shipping Week, è stato l’occasione per fare il punto sul GNL per uso marittimo e sul Piano strategico sugli usi del GNL, in corso di elaborazione.


Appena prima del convegno, infatti, si è chiusa la fase di consultazione sul Piano strategico, durata i due mesi estivi, e il ministero dello Sviluppo economico, rappresentato da Giovanni Perrella, ha potuto portare al Green Shipping Summit le prime osservazioni espresse dagli operatori e le novità sulle iniziative di Governo. La novità più concreta è il varo del Decreto del ministero dei Trasporti del 29 settembre n. 322, che stanzia 15 milioni di euro per finanziare l’acquisto di veicoli a metano (sia compresso GNC sia liquefatto GNL), oltre che di semirimorchi, container e casse mobili per il trasporto combinato.
Più precisamente, per l’acquisto di veicoli di massa complessiva a pieno carico fino a 7 tonnellate, che siano alimentati con metano GNC o con gas naturale liquefatto LNG, sarà dato un contributo di 4.000 euro a mezzo, mentre per i veicoli con massa pari o superiore a 16 tonnellate il contributo è di 9.000 euro nel caso di alimentazione a metano GNC e di 13.000 euro sotto forma di GNL, con un tetto massimo per impresa di 400.000 euro (potranno usufruire del beneficio solo le imprese di autotrasporto conto terzi attive in Italia e iscritte all’Albo).


Bene, dunque. Ci sono gli incentivi per gli autotrasportatori, che potranno essere particolarmente utili per stimolare il mercato del GNL in questa fase di basso prezzo del gasolio. Peccato che mentre la rete del GNC può contare su oltre mille stazioni in Italia (la maggior parte delle quali connesse alla rete gas e ubicate al di fuori dalla rete autostradale), per quanto riguarda il rifornimento di GNL siamo ancora all’inizio. L’unica stazione di rifornimento di GNL è quella di Piacenza, aperta nel 2014 (un’altra stazione è prevista entro fine anno a Pontedera, in Toscana).[...]


©nuovaenergia

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati. Per maggiori informazioni sugli abbonamenti o per ricevere
Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo dell’articolo in formato PDF, contatta la redazione: 02 3659 7125 | Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com