COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Incentivi, GSE e la vanificazione degli investimenti Stampa E-mail
Torna al sommario


di Giovanni Battista Conte
avvocato in Roma





Dopo il mio ultimo intervento appare il caso di tornare sui provvedimenti di decadenza dagli incentivi che stanno tenendo impegnati sia il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (TAR) sia il Consiglio di Stato. Sembra, infatti, che l’attività di controllo in atto da parte del GSE abbia ormai comportato il ritiro del 20 per cento degli incentivi inizialmente concessi, con l’effetto che un impianto su 5 si è visto investire da un provvedimento di decadenza dagli incentivi.
Se queste sono le premesse, ci sembra utile, se non necessario, che si apra un confronto su tale attività e, soprattutto, su quale sia lo scopo della normativa incentivante della produzione di energia da fonte rinnovabile. La nostra legislazione, in realtà, è strutturata in modo che sia incentivato l’investimento privato nel settore delle rinnovabili tramite un sussidio al prezzo dell’energia in fase di produzione. La struttura stessa della politica incentivante è quindi intesa a sostenere gli investimenti per la realizzazione degli impianti che poi vengono remunerati una volta che abbiano iniziato a produrre l’energia. Per alcune fonti - quale l’idroelettrico, il fotovoltaico e l’eolico - la produzione in sé ha costi competitivi con le fonti convenzionali, ma è l’investimento iniziale a rendere necessario l’incentivo, in modo da consentire la remuneratività dell’iniziativa. Altre fonti quali le biomasse, invece, necessitano di un incentivo che copra anche gli alti costi di produzione.



Se così è, l’intervento del GSE, con cui si stanno ritirando - in fase di controllo successivo - circa un quinto degli incentivi concessi, produce sostanzialmente l’effetto di revocare gli incentivi a società che abbiano già costruito, investendo denaro proprio o dei finanziatori, con la conseguenza, nella maggioranza dei casi, di provocarne l’insolvenza e il fallimento.
Ciò detto, che effetto ha tale comportamento sulla politica d’incentivazione alle rinnovabili? [...]

©nuovaenergia

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati. Per maggiori informazioni sugli abbonamenti o per ricevere
Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo dell’articolo in formato PDF, contatta la redazione: 02 3659 7125 | Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com