NOVITĂ€

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Gli impianti fotovoltaici pronti al test dopo anni di esercizio Stampa E-mail
Torna al sommario del dossier


di Salvatore Guastella, Dario Bertani, Giosuè Maugeri | RSE



La potenza fotovoltaica (FV) installata in Italia ha raggiunto, a fine 2014, i 18,5 GW con circa 650.000 impianti in esercizio. Inoltre, nonostante la fine delle politiche nazionali d’incentivazione a metà del 2013, le installazioni continuano con un ritmo ragguardevole, seppur molto più contenuto: circa 400 MW nel 2014. Le nuove installazioni sono effettuate grazie alla consistente diminuzione dei prezzi di moduli e degli altri componenti di impianto, che ha portato nelle zone più soleggiate d’Italia al raggiungimento della cosiddetta grid-parity, ma anche grazie alle agevolazioni fiscali per impianti fino a 20 kW e agli obblighi del DLgs 28/2011 di produrre energia elettrica mediante l’installazione di impianti a energia rinnovabile negli edifici di nuova costruzione.
Di conseguenza, il livello di penetrazione della produzione fotovoltaica nel sistema elettrico nazionale è notevolmente cresciuto negli anni, raggiungendo nel 2014 il 7,5 per cento (contro lo 0,2 per cento del 2009) con picchi superiori al 30 per cento durante alcune giornate estive.


In questo contesto, è molto elevato l’interesse da parte degli operatori fotovoltaici all’evoluzione di questa tecnologia e alle reali prestazioni in campo di moduli e altri componenti d’impianto, al fine di valutarne la produzione energetica nel corso degli anni. Questa esigenza è particolarmente sentita dai gestori di grandi impianti fotovoltaici (superiori ai 200 kW), che in Italia rappresentano circa il 60 per cento della potenza complessivamente installata.
I gestori sono impegnati a verificare che il proprio impianto stia generando l’energia annua prevista in fase progettuale, al fine di individuare prontamente e, se possibile prevenire, i guasti nei componenti dell’impianto, mantenendone quindi le prestazioni energetiche ai livelli preventivati e salvaguardando il proprio investimento. Queste verifiche sono particolarmente importanti per gli impianti installati nel periodo del boom del fotovoltaico (soprattutto da agosto 2010 a giugno 2011) in condizioni di urgenza e ancora con poca conoscenza dei problemi che possono influire pesantemente sulla produzione di un impianto fotovoltaico.


RSE è da diverso tempo impegnata, anche in collaborazione con altri Centri di ricerca (Eurac, Enel Ricerca), costruttori di moduli e inverter e con gestori di impianti, nella valutazione delle prestazioni energetiche di impianti fotovoltaici di varie tecnologie e potenza installati sul territorio nazionale. Da tali attività emerge che [...] .

©nuovaenergia

L’articolo completo è disponibile solo per gli abbonati. Per maggiori informazioni sugli abbonamenti o per ricevere
Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo dell’articolo in formato PDF, contatta la redazione: 02 3659 7125 | Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com