NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Energia elettrica, è di casa un utilizzo sostenibile e consapevole Stampa E-mail
Torna al sommario del dossier



di Carlo Tamburi | direttore Enel Italia


Analisi consapevole delle possibilità offerte dall’innovazione tecnologica, utilizzo di internet per l’impiego degli oggetti in ambito domestico e lavorativo, attenzione all’ambiente e ai principi etici, coscienza dei propri bisogni e di come riuscire a soddisfarli... Il consumatore non è più solo il soggetto a cui le aziende si rivolgono adattando semplicemente offerte commerciali e messaggi, ma un individuo informato, esigente e sicuramente meno influenzabile. Per usare una parola forse troppo abusata, ma sicuramente entrata a far parte del vocabolario comune, è smart.

             
  *     *  
** * **


In vetrina ad EXPO 2015
L’impegno di Enel nello sviluppo e realizzazione delle città intelligenti del futuro avrà quest’anno una vetrina d’eccezione. infatti, Enel è Global Official Partner dell’EXPO 2015 a Milano, dove realizzerà una smart city con i più moderni sistemi di gestione, per il controllo della rete elettrica, degli impianti di accumulo dell’energia elettrica, delle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici e dell’illuminazione pubblica a led. La smart grid sarà dotata di un sistema di telecontrollo e di protezione evoluto, attraverso un esercizio della rete di media tensione ad anello chiuso che garantirà la più elevata qualità del servizio, grazie a interventi automatici in grado di isolare il tratto di rete danneggiato da eventuali guasti senza disservizi per clienti e visitatori.
*

** * ]***
*      
             


Al settore delle utility, in particolare quello dell’energia elettrica, non sfugge questo cambiamento, anzi è stato uno dei primi ad aver saputo intercettare l’evoluzione in corso e ad aver modificato anche radicalmente le dinamiche che lo regolavano per andare incontro alla trasformazione e rispondere ai nuovi bisogni degli smart consumer.
Si tratta di una vera e propria rivoluzione, tutt’ora in corso, che Enel ha abbracciato e sta portando avanti facendo grandi passi verso una produzione e un consumo sempre più smart dell’energia.



Le dinamiche che hanno determinato questo cambiamento di paradigma nel settore elettrico sono senza dubbio l’evoluzione tecnologica e la diffusione su larga scala della generazione di elettricità da fonti rinnovabili, lo sviluppo e utilizzo di sistemi di accumulo in grado di immagazzinare l’energia e di rilasciarla come e quando necessario.
A questi elementi è da aggiungere la diffusione delle tecnologie legate all’efficienza energetica, soprattutto in ambito domestico, in grado di bilanciare prestazioni migliori con minori consumi di energia.
In questo nuovo contesto energetico, l’impetuosa diffusione di dispositivi connessi in rete ha favorito un ulteriore interessante fenomeno: le applicazioni tecnologiche degli oggetti intelligenti, l’Internet of Things. Ovvero, oggetti che mirano a un utilizzo sostenibile e consapevole dell’energia elettrica.
Proprio l’oggetto intelligente sta diventando il protagonista dei numerosi progetti sperimentali finalizzati a massimizzare l’ef- ficienza energetica delle abitazioni. Una rete che permette agli elettrodomestici di interagire tra loro e con l’utente, per ottimizzare i consumi e assicurare il massimo delle prestazioni.[...]

©nuovaenergia

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati. Per maggiori informazioni sugli abbonamenti o per ricevere
Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo dell’articolo in formato PDF, contatta la redazione: 02 3659 7125 | Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com