COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Ricerca e Università, con la piaga dei tempi lunghi Stampa E-mail
Torna al sommario




di Roberto Napoli

Politecnico di Torino, dipartimento Energia



Per l’Accademia elettrica, sono due le notizie più importanti del passato bimestre: scadenza del bando per la Ricerca di Sistema e presa di servizio dei (quasi) nuovi docenti. La cosiddetta Ricerca di Sistema (RdS), gestita dalla CCSE (Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico), mette a disposizione dei fondi finalizzati all’innovazione tecnica e tecnologica di interesse generale per il settore elettrico a beneficio degli utenti e reperiti con la componente tariffaria A5 della bolletta elettrica. Dopo una falsa partenza, cassata dall’Europa perché finanziava attività private senza bandi pubblici, la RdS ha aggiustato il tiro (2006-2008), prevedendo canali di finanziamento diversificati (bandi pubblici e accordi di programma con RSE, ENEA e CNR).



Per il primo piano triennale 2006- 2008 le proposte sono state valutate da un apposito Comitato ad hoc di esperti di ricerca per il settore elettrico (CERSE). Le cose non sono andate proprio benissimo. Per il successivo piano triennale 2009-2011 le funzioni del CERSE sono state temporaneamente (ossia da sette anni) assegnate all’AEEG, per la quale certamente la ricerca non sembra rientrare fra i compiti fondamentali.
I fondi complessivi non sono disprezzabili (un centinaio di milioni) e sono comunque riusciti a dare qualche boccata di ossigeno ai nostri Enti di ricerca, che magari avrebbero proprio bisogno da tempo di incisive revisioni e accorpamenti. Purtroppo l’unità italiana di misura del tempo, con la quale misuriamo le urgenze del Paese, ha pochi eguali nel mondo, raggiungendo vertici di sopravvivenza corporativa che sfiorano il capolavoro di arte contemplativa. Perché soggiacere all’insana fretta, cattiva consigliera, quando si può stare fermi a rimirare le bellezze dell’italico panorama? Purtroppo queste tempistiche mal si adattano alle esigenze moderne, come ormai comincia ad essere generalmente compreso, forse.



Dettagli sulla RdS possono essere trovati sull’apposito sito ricercadissitema. it, dove la brochure di presentazione si ferma prudentemente al 2011 (per gli aggiornamenti c’è tempo!) e nella lista degli eventi aggiornati campeggia al primo posto la presentazione dei risultati ENEA sempre del 2011. [...]

©nuovaenergia

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati. Per maggiori informazioni sugli abbonamenti o per ricevere
Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo dell’articolo in formato PDF, contatta la redazione: 02 3659 7125 | Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com