NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Giovani con project work d’avanguardia Stampa E-mail
Torna al sommario del dossier


di Laura Cardinali | Centro Studi Safe


             
  *     *  
*** * **


Tutto da leggere l’esperimento
(a puntate) di Marta


Marta... Marta... Ai lettori di
Nuova Energia questo nome
dirà probabilmente qualcosa. Soprattutto se abbinato al concetto di
innovazione o, più precisamente, all’immagine di un possibile futuro energetico.
A partire dallo scorso ottobre, infatti, la nostra rivista ha ospitato una iniziativa del tutto “non convenzionale”.
Un esperimento a puntate, come è stato definito dal suo stesso autore Michele Governatori; un racconto verosimile che nell’ambientazione ha inserito molti elementi che si riferiscono alle tematiche più vicine a questa rivista. Uno spunto - qualcosa in più di una semplice scusa - per lanciare attraverso un romanzo qualche idea o provocazione o
ipotesi molto pop su come potrebbe funzionare l’energia tra, diciamo, vent’anni. “Non su come penso che funzionerà - ha precisato lo stesso Governatori - di questo non ne ho idea. Si tratta solo di ipotesi un po’ a ruota libera”. A un anno di distanza l’esperimento a puntate è diventato un volume con una doppia anima. Il romanzo vero e proprio (finalmente sapremo perché Marta non è ancora spacciata!) e una serie di approfondimenti di carattere più tecnico (e realistico) su come gli esperti del settore pensano che potrà evolvere nei prossimi lustri il comparto energetico. Il volume sarà ufficialmente presentato il prossimo 22 ottobre a Milano presso il Centro Svizzero. A partire dall’inizio di ottobre, i più impazienti potranno già richiederne una copia sul sito di Axpo Italia.
*

** * ]*
*      
             


Così come l’energia è la base della vita stessa, e le idee la fonte dell’innovazione, così l’innovazione è la scintilla vitale di tutti i cambiamenti, i miglioramenti e il progresso umano”. Il pensiero dell’economista americano Theodore Levitt mette evidentemente sulle spalle di tutti noi una grande responsabilità nei confronti delle generazioni future e ci ricorda il valore e il potere dell’innovazione.
Il settore energetico è coinvolto pienamente in questo tipo di ricerca che oggi propone nuovi scenari in grado di sovvertire i paradigmi acquisiti negli ultimi cento anni nella generazione, trasmissione e consumo di energia.



Capire questi possibili cambiamenti partendo dalle ricerche in corso è l’obiettivo del progetto di comunicazione denominato MARTA (Meet the most Advanced and Revolutionary Technologies Available), che immagina quali possano essere i prossimi sviluppi tecnologici nel settore energetico aggregando realtà accademiche e industriali e favorendo lo scambio di conoscenze su questo tema.



L’obiettivo è appunto quello di comprendere quali discontinuità tecnologiche il mercato dell’energia si troverà ad affrontare e gestire nel medio e lungo periodo considerando che alcune rivoluzioni, come quella delle nuove rinnovabili, sono già in atto.
Generazione distribuita e non convenzionale, sistemi di accumulo e reti intelligenti sono le aree di ricerca in cui si è focalizzata l’attenzione del progetto che prevede la realizzazione di pubblicazioni e seminari. A questa iniziativa, promossa dalla società energetica Axpo Italia [...].

©nuovaenergia

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati. Per maggiori informazioni sugli abbonamenti o per ricevere
Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo dell’articolo in formato PDF, contatta la redazione: 02 3659 7125 | Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com