NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
RUBRICA | Qui e là Stampa E-mail
Torna al sommario del dossier















L’azienda ha da poco celebrato i 130 anni. Un punto d’arrivo per guardare avanti… Nell’occasione, infatti, Edison ha lanciato il Premio Edison Start destinato a concorrenti impegnati in una gara particolare: proporre idee che fanno crescere l’Italia. In palio, 300 mila euro equamente distribuiti in tre progetti. A partire dall’energia con l’obiettivo di individuare soluzioni e tecnologie innovative per risparmiare risorse, consumare meglio e meno, garantire l’accesso all’energia a un numero crescente di persone. Il tutto all’insegna ambientale ed economica.
Altro ambito, lo sviluppo sociale che contempla progetti e iniziative, anche di carattere culturale, che attivino opportunità di sviluppo imprenditoriale, che siano economicamente sostenibili e che abbiano un impatto sociale in termini di inclusione, partecipazione e cooperazione. Infine, le smart community: progetti per il miglioramento della qualità della vita domestica e della comunità cui si appartiene come, per esempio, la gestione dei Andrea prandi rifiuti, la mobilità, l’architettura sostenibile e la domotica.
Ora, ai candidati non resta che presentare il proprio progetto sulla piattaforma web www.edisonstart.it e seguire
le diverse fasi del concorso che proclamerà i vincitori il 15 ottobre 2014. Per facilitare lo sviluppo dei progetti, Edison offrirà ai finalisti e ai vincitori un’attività di supporto e consulenza da parte di un team dedicato, formato da esperti della società e da altri partner quali università e istituzioni. Edison Start è anche una community sul web dove tutti i progetti caricati sulla piattaforma potranno essere condivisi, valutati e arricchiti dalla rete insieme al comitato Edison.
La piattaforma diventerà una vera e propria vetrina virtuale per attrarre potenziali soci sviluppatori quali enti, aziende
e istituzioni che potranno liberamente consultare i progetti e le iniziative presenti. Una funzione di geolocalizzazione
dei progetti sul territorio permetterà inoltre di creare la geografia dell’innovazione in Italia con l’obiettivo di amplificare le potenzialità di sviluppo e sinergie tra le iniziative. Chi può partecipare? Il bando è aperto a team di persone fisiche (studenti e non), start up, micro e piccole imprese e organizzazioni non profit che svolgono la propria attività da almeno 2 anni. “Il premio nasce dal nostro desiderio di valorizzare i nuovi progetti capaci di creare valore favorendo il cambiamento, la competitività, lo sviluppo di un futuro sostenibile”, spiega Andrea Prandi, direttore Comunicazione e relazioni esterne Edison.
“Non siamo i primi a lanciare un premio in favore dell’innovazione, ma lo facciamo in modo diverso dagli altri. Innanzitutto non siamo incubatori, non abbiamo interesse a finanziare decine di aziende. Selezioneremo 30 progetti finalisti, con 3 vincitori. A tutti questi progetti trasferiremo le competenze aziendali attraverso
il coinvolgimento diretto dei manager Edison, di rappresentanti di Assolombarda, dell’Università Bocconi e del Politecnico di Milano, con l’obiettivo di passare dalle idee al business. I vincitori saranno quelle realtà che oltre all’idea sapranno realizzare un business-plan credibile e ne dimostreranno fattibilità, sostenibilità economica, sociale e ambientale, nonché replicabilità del progetto e ricadute positive per tutta la collettività”.
+


ABB, con il progetto TOSA l’autobus elettrico si ricarica in 15 secondi

Quindici secondi per la ricarica di un autobus elettrico. Si effettua durante la fermata per la salita e la
discesa dei passeggeri. l’energia “proviene” da centrali idroelettriche ed è, quindi, a zero emissioni fossili.
Se si aggiunge, poi, che la ricarica è così veloce da non interferire con gli orari degli autobus e che non si ricorre a linee aeree di collegamento, allora con queste prerogative si può vincere un premio.
Come quello assegnato al progetto TOSA (Trolleybus Optimisation System Alimentation) e ad ABB che
lo ha “prodotto”. Con il premio “Innovazione Amica dell’Ambiente” di Legambiente il Gruppo conferma una presenza al vertice nel campo delle tecnologie per l’energia e l’automazione.

+

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com