NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Con l’acqua alla gola Stampa E-mail
Torna al sommario

a cura di geipeg











Ricordati Barbara/Pioveva senza tregua quel giorno su Brest (J. Prevert). Ascolta. Piove/dalle nuvole sparse (G. D’Annunzio). A Hard Rain’s a-Gonna Fall (B. Dylan). La pioggia, la pioggia non esiste/Se mi guardi tu (G. Cinquetti). In queste giornate piovose, l’umore non è dei migliori e nemmeno se ci trovassimo di fronte ad un brasato con la polenta, preceduto da un assaggio di lardo polentato, per concludere con una torta casareccia soffice e farcita di mandorle tritate finemente, il tutto innaffiato da Inferno valtellinese, ecco caro Geipeg, tu non saresti come spesso ti capita: burbero e polemico a modo tuo. A ombrelli chiusi, non dirmi che all’incipit aggiungeresti un Piove, governo ladro! abbinato ad un Piove sul bagnato!. Allora, sai che cosa ti dico? Questo.

Giornali e televisioni titolano: “Il Governo è sott’acqua”.
**Mi chiedo, invece, se non sia l’Italia sott’acqua. O meglio, gli italiani che ormai ce l’hanno al filo dele narici. Scusami, ma ormai non ce la faccio più e potrei scoppiare con tutta la rabbia che ho incamerato.

Vorrei buttare dell’acqua sul fuoco (il tuo). Non so con quali risultati. Ma visto che ci dobbiamo parlare, ti butto lì una miccia. Che dici degli ultimi sviluppi Alitalia?
**Se penso che un investitore di grande blasone ci mette meno di mezzo miliardo di euro, mi girano le eliche. Una mancia risibile per il suo ammontare ma che fa piangere per il suo connotato simbolico. Ormai siamo all’elemosina e, poi, vedremo come va a finire con gli esuberi. E lasciami ricordare che c’erano i “capitani coraggiosi”…

Fatti coraggio. Ci siamo persi in interminabili discussioni sul futuro del nostro Paese dove si fa fatica a cavare un ragno dal buco perché ci sono troppi buchi (da coprire). So che ti farò arrabbiare, ma apro questo capitoletto. Le aziende italiane delocalizzano. Vai!
**Non ci occorre un genio per capire che emigrano perché trovano condizioni migliori rispetto a quelle casalinghe. Gli Stati fanno a gara per offrire i migliori incentivi. Ma noi per attirare investimenti stranieri che cosa possiamo offrire? Ti/mi chiedo: se fossi un imprenditore, vista al situazione, andrei a fare impresa in Italia? Qui manca di tutto. Infrastrutture, snellezza, servizi burocratici, cultura del lavoro e dell’impresa. [...]

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com