NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
“Schengen del rating” per tutelare la libera iniziativa Stampa E-mail
Torna al sommario

di Carlo Andrea Bollino



Affronto un tema macroeconomico che ritengo cruciale. E quindi a cascata importante anche per il mondo energetico. Si parla di mercato unico europeo da ormai quasi 30 anni, l’Atto unico del 1985 aveva creato aspettative e speranze di un nuovo assetto economico in Europa. L’armonizzazione delle imposte indirette e il divieto di aiuti di Stato aveva creato le premesse per lo sviluppo competitivo del sistema economico europeo. I mercati energetici ed elettrici dovevano essere sempre più integrati.


Ovviamente, la moneta unica aveva aperto la strada a un unico grande spazio economico per esaltare innovazione e ingegno imprenditoriale al servizio dello sviluppo. Quanto si è realizzato di tutto ciò? Quanto sono libere di circolare in Europa le nostre imprese? Purtroppo il sistema economico europeo, invece di essere un sistema di libera circolazione di scambi, idee, progetti, persone, capitale umano, capitale finanziario, senza distinzioni di nazionalità di provenienza, è un sistema crudelmente discriminatorio: un’impresa europea non è libera di circolare nelle “strade” di Europa ma deve portare un marchio infamante tipo “lettera scarlatta” (Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta, traduzione di Enzo Giachino, collana tascabili, Einaudi, gennaio 1995, XXVIII-280. EAN 9788806140366) che è costituito dal rating del debito sovrano del Paese di appartenenza.


Il problema che sollevo è il seguente: le imprese hanno bisogno di credito dalle banche. banche. Ma le Agenzie di rating aiutano le banche a formulare correttamente il merito di credito? La distorsione da superare è l’assunto che una impresa privata non possa avere un rating migliore di quello del Paese di appartenenza. Questo significa che una impresa efficiente in un Paese indebitato deve scontare un marchio - ecco la lettera scarlatta - per il quale il costo del denaro per sviluppare progetti di investimento è influenzato dalla nazionalità di appartenenza. [...]



L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com