NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Così si fa “security” nel settore energetico Stampa E-mail
Torna al sommario

COMPETENZE CULTURALI ED AMBITI APPLICATIVI


di Fabio Garzia | Ingegneria della Sicurezza, Sapienza – Università di Roma, Wessex Institute of Technology




Nella lingua italiana si utilizza il termine sicurezza per intendere la protezione di persone e di beni materiali/immateriali da qualunque tipo di minaccia. Nella lingua inglese si utilizzano due termini distinti in funzione del tipo di minaccia e precisamente:
__ safety, quando le minacce sono rappresentate da eventi incidentali (incendi, alluvioni, terremoti, eccetera);
__ security, quando le minacce sono rappresentate da attacchi volontari e deliberati (furti, sabotaggio, vandalismo, spionaggio, terrorismo).
Con l’avvento e lo sviluppo dei sistemi informativi e delle reti di comunicazione, e quindi dell’utilizzo dei suddetti sistemi per la maggior parte delle attività umane, il concetto di security si è esteso dal mondo reale al mondo virtuale dove, anche se i concetti generali quali l’analisi di rischio restano sempre validi, le tecnologie di protezione cambiano.


Nel mondo reale si ricorre a sistemi tecnologici (antintrusione, controllo accessi, videosorveglianza), a barriere fisiche (recinzioni, muri, porte, vetri blindati, casseforti, eccetera) e a risorse umane che devono essere integrate nel cosiddetto triangolo della security il quale deve essere rigorosamente rispettato pena il verificarsi di un attacco volontario. Infatti qualunque barriera fisica non può resistere per un tempo indefinito per cui è molto importante che la suddetta barriera fisica sia integrata con un’adeguata tecnologia security in grado di rivelare l’attacco o l’intrusione con estrema precisione e trasferire la relativa informazione, in maniera affidabile e sicura, al personale di sicurezza: il triangolo della security funziona se il tempo di resistenza della barriera fisica è superiore al tempo necessario al sistema security per rivelare l’intrusione e trasferire l’informazione, più il tempo necessario per l’intervento del personale di sicurezza.



L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com