COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Telecontrollo a misura di utility Stampa E-mail
Torna al sommario del dossier

LA 13a EDIZIONE A BOLOGNA IL 6 E 7 NOVEMBRE


di Dario Cozzi



La mostra convegno dedicata a Competitività e Sostenibilità - Progetti e tecnologie al servizio delle reti di Pubblica Utilità si terrà a Bologna nella suggestiva location di Palazzo Re Enzo il 6 e 7 novembre 2013. Le memorie che saranno presentate esploreranno, con approfondimenti tecnologici e applicativi, i principali settori a cui si rivolge l’offerta di Telecontrollo.
In particolare, sono state individuate tre categorie principali - acqua, energia e ICT - all’interno delle quali si svilupperanno i temi legati a depurazione, irriguo, perdite, risparmio energetico, tecnologie, metering, produzione di energia, e reti.
La proposta, comprensibilmente, trova nelle utility e soprattutto nelle multiutility i suoi interlocutori di riferimento. Si tratta infatti di soggetti imprenditoriali che offrono servizi idrici, energetici e in generale ambientali, e che possono trarre benefici dall’impiego delle tecnologie dell’automazione e del telecontrollo nello specifico, in termini di maggiore efficienza e sicurezza, e in generale di razionalizzazione, supervisione e controllo di tutte le risorse impiegate in un determinato processo. Nuova Energia ha interpellato Franco Sami (direttore settore Servizi tecnici operations - Gruppo Hera) per avere un quadro più generale della situazione.


Hera è un nome di assoluto rilievo nel panorama delle utility italiane; ci può ricordare quali sono le attività principali che svolge la sua azienda?
]*Hera è una delle maggiori multiutility italiane, con un giro d’affari nel 2012 di 4,5 miliardi di euro, 6.500 dipendenti, 3,3 milioni di cittadini serviti, 3,5 miliardi di investimenti fatti negli ultimi 10 anni e un percorso continuo di crescita. Opera nei servizi ambientali, energetici e idrici.


Può posizionare Hera nel contesto nazionale?
**Tra le multiutility, il nostro Gruppo è primo nell’ambiente, secondo nell’acqua, secondo nel gas.
**

Quanto può essere importante per una utility l’automazione e, più nel dettaglio, quanto lo sono le soluzioni offerte dal telecontrollo? **Con l’evoluzione tecnologica che stiamo vivendo in questi anni, l’automazione e il telecontrollo sono elementi indispensabili per garantire gli elevati standard qualitativi e di efficientamento che devono essere perseguiti dalle multiutility. Hera, in modo particolare, ha sempre investito e creduto nella tecnologia e nella ricerca. Come riportato nella mission aziendale, vuole essere la migliore multiutility per la qualità dei servizi e l’affidabilità nei confronti dei propri clienti. [...]


L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com