COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Brescia da Oscar Stampa E-mail
di Davide Canevari

And the winner is… Brescia! L’Oscar a livello mondiale per il migliore impianto di recupero energetico dai rifiuti nel mondo è stato vinto - nelle scorse settimane - dal termovalorizzatore made in Italy per eccellenza: l’eccellente impianto bresciano della Asm. Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato dal Waste To Energy Research and Technology council (Wtert), il Consiglio per la ricerca e la tecnologia della termovalorizzazione della Columbia University di New York.
Cinque i criteri di valutazione presi in esame: l’efficienza nel recupero di energia elettrica e termica, il livello di emissioni conseguito, la qualità nel riutilizzo e il trattamento dei residui, l’accettazione da parte della comunità locale, la qualità estetica e architettonica. L’impianto bresciano si è messo alle spalle Malmoe (Svezia),Amsterdam e Londra. Il primo degli americani -Montgomery (Pennsylvania) - lo si trova solo in quinta posizione. La classifica dei top ten annovera sei europei e quattro americani. Ce n’è abbastanza, insomma, per considerare un trionfo il risultato di Brescia. Alla base di questo successo? La scelta di aver concepito la termovalorizzazione “non come una semplice soluzione tecnologica al problema dello smaltimento dei rifiuti, ma come strumento al servizio di una strategia per la sostenibilità”.
E, in effetti, i numeri “messi sul piatto” dall’Asm sono di tutto rilievo: 757 mila tonnellate di rifiuti trattati nel 2005 (delle quali 290 mila costituite da biomasse), una produzione termica di 491 GWh e una produzione energetica netta pari a 510 GWh. Tanta energia elettrica quanta ne basta per soddisfare il fabbisogno di 170 mila famiglie. [...]


 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com