COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Italiani a tutta efficienza ma sono sinceri? Stampa E-mail
Torna al sommario del dossier

di Danilo Corazza


Ci sarà molto da lavorare, soprattutto per chi si occupa di comunicazione. Perché, ancora oggi, tra il dire e il fare energetico corre la stessa differenza che c’è tra una vera elezione democratica e quella che un tempo veniva definita maggioranza bulgara. Le percentuali non tornano...
Andiamo con ordine. A fine novembre è stata ufficialmente presentata l’edizione 2012 di MCE – Mostra Convegno Expocomfort, la manifestazione che si svolgerà a Milano dal 27 al 30 marzo 2012 che, anno dopo anno, ha visto crescere l’attenzione nei confronti delle energie rinnovabili e dell’efficienza. “La valorizzazione energetica nel senso più ampio di innovazione e ricerca è il driver della prossima edizione”, hanno confermato gli organizzatori, lasciando implicitamente intendere che il comparto, almeno fino ad oggi, sembra aver retto l’impatto della crisi (sono infatti segnalati in crescita gli espositori, in particolare quelli stranieri).

L’obiettivo – a suo modo molto ambizioso – è quello di fornire una risposta a tre domande: La valorizzazione energetica è la strada per un futuro più sostenibile? Qual è l’importanza delle fonti rinnovabili in un mix energetico ideale? Quali solo le soluzioni ottimali che un Paese come l’Italia può adottare per il raggiungimento degli obiettivi europei previsti per il 2020? Il tutto, attraverso un dosato mix di convegni, iniziative collaterali, confronti tra gli esperti, e chiaramente spazi espositivi. Sono state, tra l’altro, confermate le due importanti iniziative della scorsa edizione – Percorso Efficienza & Innovazione e Verso la Classe A – che anche nel 2012 intendono far emergere i prodotti e le soluzioni d’eccellenza delle aziende espositrici, in tema di valorizzazione energetica e novità.
Tutto bene, ma cosa c’entra la maggioranza bulgara e la distanza tra il dire e il fare? Entra qui in gioco Renato Mannheimer, che durante la conferenza di lancio di MCE 2012 ha presentato lo studio Atteggiamenti e percezioni della popolazione in tema di efficienza e risparmio energetico. Secondo questo studio gli italiani sembrano essere il popolo (energeticamente parlando) più sostenibile del Pianeta con un atteggiamento plebiscitario pro energy efficiency.[...]



L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com