COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Testore: “Il nuovo nel segno del concreto” Stampa E-mail
Torna al sommario del dossier

di Giuliano Agnolini


INTERVISTA AL PRESIDENTE DEL COMITATO PROMOTORE DEL GREEN ECONOMY NETWORK



Ingegnere, come va il network?
**Bene, decisamente bene. Gli associati hanno compreso il senso dell’operazione che ora allarga oltre il nucleo originario, focalizzato sull’area lombardomilanese. Il progetto di Assolombarda si è esteso ad altre realtà locali di Con- findustria in un’ottica di stretta collaborazione. È essenziale aprirsi…


Anche all’estero?
**Anche e soprattutto. Abbiamo già stretto rapporti con gli Stati Uniti, Brasile e India. Proprio con quest’ultimo Paese si è concretizzata un’esperienza che è paradigmatica del nostro modo di interpretare il ruolo del network. Poca genericità e molta concretezza, affrontando con la delegazione indiana un tema specifico come la depurazione delle acque nel settore tessile.


Qual è l’identikit degli associati?
**A parte i big, le dimensioni sono riferibili alla piccola e media azienda, ma con gradi di specializzazione che toccano i massimi livelli.

Basta per essere competitivi sui mercati internazionali?
**Essere al top della specializzazione rappresenta una condizione di partenza indispensabile ma potrebbe essere penalizzante la dimensione se la partita si gioca, come si sta giocando, su mercati globalizzati. Si corre il rischio dell’asfissia… [...]


L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com